Corbezzoli: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarli

0
66

I corbezzoli sono dei frutti ancora poco diffusi ma preziosi per diversi motivi. Scopriamone le proprietà, le eventuali controindicazioni e le curiosità che lo riguardano.

Corbezzoli Fonte Istock photo

I corbezzoli sono frutti appartenenti alla famiglia delle Ericaceae e nascono da un sempreverde che produce dei fiori di un colore che va dal bianco al rosa e che contengono un nettare molto amato dalle api. I frutti sono la parte commestibile della pianta e sono solitamente di colore rosso e di dimensioni che variano da piccole a medie.
I corbezzoli rientrano a pieno titolo tra i frutti autunnali, anche se in alcune regioni si possono trovare anche verso la fine dell’estate. Come ogni alimento, anche loro possono avere degli effetti collaterali. Scopriamo quindi quanto c’è da sapere su questi frutti, partendo dai valori nutrizionali e continuando con i benefici e i modi di usarli in cucina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Ecco cosa succede al tuo organismo se mangi i ceci ogni giorno

Se vuoi restare sempre aggiornata su tutto quel che riguarda le proprietà degli alimenti e le strategie per mantenerti sempre in ottima forma CLICCA QUI!

Tutto sul corbezzolo: proprietà, controindicazioni e ricette

corbezzolo Fonte Istock photos

I corbezzoli sono frutti autunnali di colore rosso e con una polpa gialla molto dolce. Di forma rotondeggiante sono un alimento ricco di proprietà benefiche tanto da essere usati sia a scopo alimentare che a fini terapeutici. Oltre alla funzione di diuretico naturale sono infatti utili anche come antispasmodico.
In genere non c’è una dose giornaliera consigliata ma si consiglia di assumerli con moderazione in quanto contengono degli alcaloidi. Inoltre come per ogni altro alimento, è sempre meglio non abusarne ed inserirli all’interno di una dieta varia e bilanciata.

Calorie e valori nutrizionali
I corbezzoli apportano circa 76 calorie ogni 100 grammi. Privi di grassi non hanno colesterolo. Ricco di fibra, per lo più solubile, vanta anche un alto contenuto di vitamina C e di tannini.
Nutrizionalmente parlando, sono dei frutti per lo più ricchi di carboidrati anche se gran parte del peso è data dall’acqua che contengono.

Proprietà e benefici del corbezzolo

Corbezzoli Fonte Istock photo

Mangiare i corbezzoli, apporta diverse proprietà. Tra queste, le più rilevanti sono:

  • Sono un antiossidante naturale
  • Fungono da antisettico
  • Hanno un potere disinfettante
  • Sono particolarmente utili in caso di infiammazioni e cistiti
  • Agevolano il lavoro biliare ed epatico
  • Fungono da diuretico
  • Sono utili per contrastare episodi di diarrea
  • La tintura madre può aiutare in caso di infiammazioni a prostata e uretra
  • Il miele che se ne ricava ha proprietà balsamiche
  • Il decotto è utile contro l’arteriosclerosi
  • Fungono da febbrifugo

Controindicazioni
I corbezzoli vanno assunti in quantità ridotte in quanto per via della presenza di alcaloidi possono avere degli effetti collaterali come disturbi all’apparato digerente. Per lo stesso motivo, se mangiati in grandi quantità possono risultare indigesti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Castagne: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarle

Come assumere i corbezzoli e curiosità

I corbezzoli sono dei frutti poco comuni nell’alimentazione di tutti i giorni e si pensa che ciò dipenda almeno in parte dalla presenza di semi all’interno della polpa che risultano difficili da togliere. In quanto frutti possono essere mangiati normalmente sia come spuntino che a fine pasto.
Dalle foglie si può ottenere un decotto utile per determinati problemi (sopra indicati).
I frutti possono essere caramellati o messi sotto spirito mentre fermentati si possono usare per la preparazione di bevande alcoliche. Molto noto è il miele che le api producono a partire dal nettare dei corbezzoli.

Andando alle curiosità

  • La pianta del corbezzolo è nota con nomi diversi come albatro, marino, pomin ross, amlin, sorva pelosa, etc…
  • Una vecchia usanza consiste nel metterne dei rametti sull’uscio di casa come segno di benvenuto per gli ospiti.
  • La pianta è presente nello stemma delle città di Ancona e di Madrid.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Alga wakame: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarla in cucina
Leggi anche -> Zenzero: ecco cosa accade se ne mangi un cucchiaino al giorno
Leggi anche -> Bacche di goji: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarle