Home Viaggi I 5 luoghi più pericolosi al mondo in cui fare turismo

I 5 luoghi più pericolosi al mondo in cui fare turismo

CONDIVIDI

Oggi giorno si sta sviluppando sempre più il cosiddetto “turismo dell’orrore”, che molto spesso sarebbe meglio evitare. Ecco una lista dei 5 luoghi più pericolosi al mondo in cui fare turismo.

I luoghi più pericolosi al mondo I luoghi più pericolosi al mondo

Le zone con alti livelli di radiazione, vulcani in attività quasi costante, deserti inospitali ed ambienti contaminati da emanazioni ad alta tossicità, sono tra i luoghi più pericolosi del nostro pianeta e dai quali, incomprensibilmente, molti turisti sono attratti.

Atollo di Bikini, Isole Marshall

Atollo di Bikini, Isole MarshallAtollo di Bikini, Isole Marshall

Questa piccola e paradisiaca isola nasconde un segreto: il suo ambiente è fortemente contaminato dalle radiazioni lasciate dai test nucleari condotti dagli Stati Uniti tra il 1946 e il 1958. Ha circa 6 km di superficie con sabbie bianche ed acque cristalline, ma è vietato visitarli a causa dell’alto rischio di ammalarsi di cancro.

Chernobyl è tra i luoghi più pericolosi al mondo

Chernobyl, Ucraina: i luoghi più pericolosi del mondo Chernobyl, Ucraina

La storia del turismo di Chernobyl ha dell’incredibile. Dopo aver scoperto che la fauna selvatica ha ripopolato l’area circostante dove la centrale nucleare esplose 30 anni fa, si decise di dare vita al cosiddetto “turismo radioattivo”. Suddetto tipo di turismo, è stato inoltre accentuato dalla recente serie “Chernobyl” trasmessa da HBO.
Visitare la centrale di Chernobyl può essere davvero dannoso per la salute di ognuno. In questo luogo le persone potrebbero seriamente ammalarsi, e tutto solo per visitare le rovine della vecchia centrale. Non bisogna infatti dimenticare che l’ambiente è ancora contaminato dall’elevato grado di radiazioni presenti nella zona colpita durante l’esplosione.

Isola di Queimada Grande, Brasile

Isola di Queimada Grande, Brasile: i luoghi più pericolosi del mondo Isola di Queimada Grande, Brasile

Il posto più pericoloso del Brasile non è, come si è soliti pensare, la città di Rio de Janeiro. L’isola di Queimada Grande, catalogata come la più pericolosa del mondo, si trova nello Stato di San Paolo. Essa è soprannominata “l’isola dei serpenti” data la presenza delle specie di rettili velenosi più pericolosi al mondo. Solo gli scienziati hanno il permesso di visitarla per studiarne le specie che la abitano. Tuttavia molti turisti, alcuni li chiamano audaci altri invece sprovveduti, visitano l’isola per “godere” dello spettacolo delle migliaia di Bothrops insularis – i serpenti più velenosi della terra –  che abitano questo insolito luogo. Attualmente sull’isola è presente un faro automatico, dato che il guardiano che per anni ha custodito il luogo è stato attaccato ed ucciso proprio dai serpenti stessi.

Monte Washington, Stati Uniti: tra i luoghi più nevosi e pericolosi al mondo

Monte Washington, Stati Uniti Monte Washington, Stati Uniti

Solitamente, in cima a questa montagna, si registrano i venti più forti dell’intero pianeta. Suddetti venti hanno una velocità che supera i 330 km/h, ai quali si aggiungono temperature molto basse che raggiungono i -40 gradi. In questo luogo nevica costantemente durante quasi tutti i giorni dell’anno, per cui scalare i suoi 1917 metri d’altura è una sfida pericolosa nonché quasi mortale.

Vulcano Sinabung, Sumatra

Vulcano Sinabung, Sumatra Vulcano Sinabung, Sumatra

Su quest’isola dell’arcipelago indonesiano c’è un vulcano che non solo è attivo, ma erutta con sorprendente assiduità, riempiendo le valli circostanti con tonnellate di lava bollente e seminando morte ovunque esso passi.
L’ultimo record di una delle sue catastrofiche eruzioni risale al febbraio di quest’anno. Le sue ceneri e i gas tossici hanno raggiunto un’altezza di quasi 3000 metri, inquinando l’ambiente circostante per diversi chilometri.

Di: LUCIA SCHETTINO

Potrebbe interessarti anche >>>

Viaggiare sicuri: i paesi sconsigliati agli italiani dalla Farnesina

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI