Carlo Cracco torna in tivù: “L’ho fatto per Scavolini”

Carlo Cracco sta per tornare in tivù, sulla Rai, con “Nella mia cucina”. Lo Chef si racconta offrendo anche qualche anticipazione sul nuovo programma.

Carlo Cracco (Getty Images)

Carlo Cracco è pronto a tornare in televisione dopo l’esperienza di MasterChef, il nuovo live cooking si chiamerà “Nella mia cucina”. Lo Chef, dopo essersi preso una pausa, torna sotto i riflettori e lo fa con il suo brand di riferimento: Scavolini. Il format, infatti, è partito da un’idea del noto marchio, di cui Cracco è testimonial e sarà prossimamente su Raidue.

Il celebre cuoco racconta qualche aneddoto legato a questa nuova, e stimolante, esperienza: “Ho accettato di fare questo programma perché il produttore è Scavolini, brand con cui collaboro da anni. Non volevano il solito spot, così hanno inventato un format divertente: in 15 minuti il partecipante della serata dovrà eseguire il piatto che gli spiego, senza vedermi mai. Saremo schiena contro schiena. Finito questo show, raddoppierò la mia assenza dalla tv: starò via almeno quattro anni, la volta dopo otto, fino a scomparire”.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle principali notizie di attualità CLICCA QUI

Cracco ammette di non aver necessariamente bisogno della visibilità televisiva, anche perchè gli affari – a livello culinario – gli stanno dando grosse soddisfazioni, al punto da potersi permettere uno stop prolungato dalla televisione: “Gli affari vanno molto bene, l’anno scorso abbiamo persino vinto il premio come miglior cantina al mondo”.

Carlo Cracco: “Punto a sparire dalla tivù, non mi serve”

Michele De Lucchi, Lapo Elkann e Carlo Cracco (Getty Images)

Se Cracco lo rivela, non è per spocchia. Bensì per ribadire ai detrattori eventuali che lui non è un prodotto televisivo, lo schermo lo vive come un surplus ma il meglio di sé lo dà in cucina: ai fornelli. La cucina viene vissuta come un mezzo per arrivare a qualcosa di più grande: “Avere una visione: per realizzare il ristorante ho restaurato uno spazio abbandonato, gli ho dato nuova linfa e l’ho restituito alla città”, sottolinea lo Chef che però non vuole essere definito benefattore. A proposito di questo, Cracco racconta del suo desiderio (passato) di darsi al sacerdozio.

“Era più che altro lo spirito di emulazione. Ho sempre frequentato l’oratorio, facevo il chierichetto. A Creazzo, in provincia di Vicenza, c’era un sacerdote giovane e bravissimo che coinvolgeva noi bambini in tutte le attività della parrocchia. Non solo: uno dei miei migliori amici era entrato in seminario. Ho cominciato a desiderarlo anch’io”, ha rivelato.

Una bontà, la sua, che riversa nei piatti per gli altri. Con altruismo e professionalità, anche se si fa ben pagare: tutto è proporzionato al valore delle materie prime e del tempo impiegato nel lavoro. Ci fa un rapido calcolo: “Tra feste e chiusure, lavoriamo circa 340 giorni all’anno: vorrebbe dire un guadagno di 10,2 milioni.

Cracco e la politica: “Non mi piace parlarne, io faccio da mangiare”

Infine, non vuole parlare di politica o dell’impegno che alcuni suoi colleghi riversano nel sociale o rispetto alla questione migranti, molto dibattuta negli ultimi tempi: “Io faccio da mangiare, non parlo di politica, anche se sarei pronto a cucinare per tutti. Dietro ai miei fornelli non vedo differenze”, ribatte piccato alla provocazione della cronista.

Più che altro, le ultime parole a disposizione le spende per i suoi figli spiegando che, malgrado la sua popolarità, sono tutt’altro che viziati: “Io e Rosa (Fanti, sua moglie dal 2018, ndr) insegniamo loro che nulla va dato per scontato. Poi magari a 18 anni diventano dei deficienti, ma non sarebbe colpa nostra. I figli li puoi impostare, mica programmare. Per ora sanno che, finché ci sono io, devono rigare dritto”, ha concluso lo Chef. Non resta, dunque, che attendere per vederlo su Raidue. Siamo certi che farà rigare dritto anche i concorrenti in gara.

Leggi anche –> Lo Chef Marco Bianchi: “Ho detto a mia moglie che sono gay”

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google news, per rimanere sempre aggiornati dalle nostre notizie SEGUICI QUI