Nuove tendenze: arrivano le Barbie ispirate a Rosa Parks e Sally Ride

0
33

Dopo la Barbie con disabilità, arrivano sul mercato altri due modelli: Barbie attivista e Barbie astronauta, ispirate a Rosa Parks e Sally Ride.

Alcuni esempi di Barbie (Getty Images)

I diritti e la parità di genere passano anche dalle tendenze e dai giocattoli. Non è un caso, infatti, se la Barbie – nota bambola che ha fatto giocare bambine da generazioni – si mostra al passo coi tempi: è stata lanciata sul mercato da poco la Barbie con disabilità, si vede la celebre bambola su una sedia a rotelle, espediente per abituare i più piccoli ad accettare e comprendere meglio la diversità.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle principali notizie di gossip e attualità CLICCA QUI

Inoltre, la collezione di bambole si è arricchita con altri due modelli: la Barbie attivista e la Barbie astronauta, rigorosamente ispirate a Rosa Parks – colei che ha disobbedito alle leggi sulla segregazione razziale rifiutandosi di rinunciare a sedersi nel posto del bus che era riservato ai passeggeri bianchi – e a Sally Ride, l’astronauta donna che il 18 giugno 1982 – per la prima volta – salì a bordo della navetta spaziale Challenger.

Women’s Equality Day: la parità passa anche dai giocattoli

Barbie fashionista (Getty Images)

Anche giocando si fa la storia, la campagna commerciale targata Barbie è stata concepita in occasione del Women’s Equality Day per rivendicare la parità di genere. Si sceglie di farlo mettendo in risalto, in qualunque modo, le donne che hanno fatto la storia. Diversità fisico intellettiva – con l’abbattimento delle barriere sulla disabilità – e pari opportunità vanno a braccetto. Come dichiara la promotrice dell’iniziativa legata alle bambole: “Queste donne hanno infranto i confini e hanno reso il mondo un posto migliore per le future generazioni di ragazze”, ha ribadito.

Dunque, sin dalla tenera età, i nostri pargoli conosceranno la storia in un modo alternativo: con le Barbie. Se i risultati saranno quelli sperati, il progetto andrà avanti con altre creazioni mirate. Il gioco può diventare una cosa seria, ce lo insegnano proprio i più piccoli e noi dobbiamo farne tesoro. Ciascun bambino sarà un adulto migliore, se avrà gli esempi adeguati.

Queste figure sono state e resteranno un esempio per tutti, indipendentemente dalla questione anagrafica. E poi, con una Barbie tra le mani, non esistono differenze. Ogni generazione si appiana, malgrado l’usura del tempo. Buon divertimento!

Leggi anche –> “I dieci peggiori giocattoli mai prodotti!”

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google news, per restare sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI