Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Cibi naturali: ecco tutti i falsi miti che bisogna conoscere

Cibi naturali: ecco tutti i falsi miti che bisogna conoscere

CONDIVIDI

Cibi grassi, fritti e zuccheri fanno rima con aumento di peso, motivo per cui si decide di puntare sugli alimenti naturali. Ma davvero questi ci fanno dimagrire?

Quando ci si mette in testa di buttare giù chili, spesso ci si organizza con una dieta fai da te che privilegia cibi ritenuti sani. Tuttavia non tutti quelli che portiamo in tavola con questa convinzione lo sono davvero. Scopriamo assieme quali.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui 

I falsi miti dei cibi naturali: ecco cosa evitare

iStock

I succhi di frutta – Da molti ritenuti amici della dieta, sono invece pieni di zuccheri e privi di proprietà. Se proprio di desidera consumarli è meglio privilegiare quelli senza zucchero e soprattutto non ottenuti da concentrato, in quanto questi sono doppiamente calorici. In alternativa si possono preparare a casa.

I cereali – Cominciare la giornata con questo prodotto può sembrare salutare, invece i cereali in scatola sono ricchi di grassi idrogenati e vegetali scadenti, conservanti e zuccheri. L’ideale sarebbe prepararsi un muesli da sé, con 100 g di avena, un po’ di riso soffiato, frutta secca a pezzi, 3 cucchiai di miele, 2 di olio di semi di girasole. Il tutto infornato per 30′ a 180 °C mescolando a metà cottura.

La soia – Quella non biologica contiene estrogeni che fanno ingrassare. Meglio stare alla larga anche dallo yogurt di soia in quanto imbottito di zuccheri aggiunti.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Dieta del peperone: come dimagrire velocemente e senza fatica

I frullati di frutta – Consumare 4 o 5 porzioni di frutta con zucchero non è dietetico, inoltre alza l’indice glicemico.

Caramelle e gomme da masticare – Da evitare quelle senza zucchero in quanto compensano la mancanza di quell’elemento con edulcoranti e dolcificanti artificiali che alla lunga possono rivelarsi addirittura tossici.

La frutta candita e disidrata – Il processo di essiccazione può incrementare il carico glicemico anche fino a tre volte. La frutta candita, invece, contiene parecchi zuccheri e oli. Preferibili quindi mangiare della frutta fresca o secca come le noci e le mandorle.

I cibi light e senza grassi – Togliere i grassi dagli alimenti significa aumentare la quantità di zuccheri, sale e additivi, utili per aggiungere sapore. Secondo l’esito di un recente studio condotto nel Regno Unito il 10% dei prodotti brucia grassi possiede le medesime o ancora più calorie di quelli normali. Il 40% invece è dotata di più zuccheri.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI