Home Matrimonio La tradizione della fede nuziale: cosa c’è da sapere

La tradizione della fede nuziale: cosa c’è da sapere

CONDIVIDI

Di anelli importanti ce ne sono diversi ma ce n’è uno davvero prezioso, più di qualsiasi altro. Il motivo? Segna un cambiamento, un nuovo inizio, anzi un inizio a due. Stiamo parlando della fede nuziale, anello che non solo cambia la vita, ma che rappresenta la concretizzazione del sogno romantico per antonomasia: quello del matrimonio.

Come per ogni occasione importante che si rispetti, anche per il matrimonio e per le fedi esistono delle tradizioni, delle credenze e, perché no, anche delle superstizioni che gli sposi stanno ben attenti a seguire.

Le fedi ad esempio vanno indossate, secondo la tradizione italiana, sull’anulare sinistro perché si dice che da quel dito passi la “vena amoris”, una piccola arteria che passando attraverso il dito e risalendo il braccio, fa arrivare il sangue direttamente al cuore. La spiegazione che viene data per la sua collocazione sulla mano è decisamente molto romantica e conferisce quindi all’anello un ruolo primario e simbolico di eternità. La sua forma circolare sembra indicare la perfezione di due vite che si uniscono e il materiale con cui è realizzata, l’oro, rappresenta l’eternità ma non mancano fedi nuziali particolari come quelle decorate oppure in materiali inusuali.

La fede nuziale nel mondo

Si è detto che la fede nuziale in Italia si indossa sull’anulare della mano sinistra e ne abbiamo anche spiegato i motivi, ciò che è curioso sapere, però, è anche la tradizione legata alle altre popolazioni. Ogni paese del mondo ha le proprie tradizioni e i propri costumi legati a questo gioiello.

Per prima cosa è interessante sapere che in passato in Inghilterra questo veniva indossato sul pollice della mano destra. Oggi invece si può vedere sugli anulari sempre delle mani destre così come in altre culture del nord Europa e in alcuni paesi dell’America Latina. Alcuni dei paesi dei due gruppi in cui si può notare questa tradizione sono la Norvegia, la Germania, i Paesi Bassi, Danimarca, Russia, Spagna, Colombia, Venezuela, Grecia.

E l’anello di fidanzamento?

Se siamo arrivati al momento del matrimonio e alla scelta delle fedi, significa che al dito abbiamo prima indossato un anello di fidanzamento. Spesso viene da porsi una domanda, del tutto lecita: dove si indossa quando portiamo anche la fede?

Per prima cosa l’anello va indossato all’anulare della mano sinistra fino alla mattina del matrimonio quando, per questioni di comodità, può essere spostato sulla mano destra.

Dopo aver pronunciato il fatidico sì, può tornare sulla mano sinistra insieme alla fede nuziale, quindi sull’anulare. Solitamente l’ordine dei due anelli è quello che segue i momenti in cui si sono ricevuti. Prima quello di fidanzamento e davanti la fede, ma questo dipende esclusivamente dal gusto personale.