Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Zafferano: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina

Zafferano: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina

CONDIVIDI

Lo zafferano è noto per essere una spezia estremamente pregiata e costosa. Scopriamo insieme perché fa bene, quali sono le controindicazioni e tutte le curiosità a riguardo.

zafferanoLo zafferano è una spezia nota in particolar modo per l’elevato costo e per il gusto inconfondibile che dona ad ogni pietanza alla quale si accompagna. Ricco di vitamine e minerali è considerato anche una sorta di medicina per via delle tante proprietà benefiche. Tuttavia se assunto in quantità elevate può essere addirittura letale. Scopriamo quindi tutto quello che c’è da sapere su questa spezia, andando dai valori nutrizionali ai benefici e scoprendo come usarla al meglio in cucina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Curcuma: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarla

Se vuoi restare sempre aggiornata sulle proprietà e i benefici dei vari alimenti e su come usarli al meglio in cucina CLICCA QUI!

Tutto sullo zafferano: proprietà, controindicazioni, curiosità e ricette

Lo zafferano è una spezia che ha origine in Asia e che viene coltivata da tempo anche in Italia. Ricca di proprietà, è considerata una medicina per l’effetto stimolante che ha sul sistema immunitario e per il potente effetto antiossidante. In cucina, invece, si può usare per diverse preparazioni alle quali donerà colore e sapore.
In media, la dose giornaleira consigliata è di massimo 1,5 grammi oltre i quali può diventare altamente pericoloso. Consumarne più di 20 grammi, ad esempio, pare sia essere così pericoloso da portare alla morte. Si tratta quindi di una spezia da consumare con estrema parsimonia.

Calorie e valori nutrizionali
Lo zafferano, noto anche come spezia d’oro, ha circa 310 calorie per 100 grammi. Questa spezia è inoltre ricca di minerali come il ferro, il magnesio, il fosforo, il manganese, il calcio ed il sodio. Per quanto riguarda le vitamine, sono presenti in maggioranza la vitamina A, la C e alcune del gruppo B.
Nello zafferano sono inoltre presenti la crocetina e la crocina, carotenoidi responsabili del suo particolare colore. La picocrocina è invece responsabile del suo profumo intenso, tanto da proteggerlo da insetti e parassiti.

Proprietà e benefici

Lo zafferano vanta diverse proprietà benefiche. Tra queste le più note solo le seguenti:

  • Rafforza il sistema immunitario
  • Aiuta a combattere i radicali liberi
  • Previene affezioni virali come quelle dell’herpes labiale
  • Stimola la digestione
  • Protegge il fegato
  • Aiuta ad alleviare i sintomi della depressione
  • È un valido aiuto contro il colesterolo alto
  • Stimola la circolazione
  • Riduce l’ipertensione arteriosa
  • Svolge un’azione sedativa contro i sintomi di asma e tosse
  • Riduce i dolori mestruali
  • Secondo alcuni studi fa bene alla vista
  • Si dice abbia anche proprietà afrodisiache

Controindicazioni
Sebbene sia una spezia ricca di proprietà benefiche lo zafferano se assunto ad alte dosi può risultare addirittura letale. Di solito quella massima consigliata è di 1,5 grammi oltre i quali il rischio è quello di star male mentre superati i 12 grammi la situazione può farsi più seria fino ad arrivare alla morte. La sua assunzione ad alte dosi è inoltre sconsigliata nelle donne in stato di gravidanza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Zafferano: amico della vista

Come assumere lo zafferano e curiosità

Cosa cucino oggi? Il menu completo per pranzo e cena con lo zafferano Fonte foto: Istock

In cucina basta una piccolissima dose di zafferano per preparare piatti destinati a più persone. La classica bustina che si trova nei negozi consente infatti di preparare un risotto per circa sei persone. Qualora si usassero i pistilli è invece bene ricordare che questi vanno messi in un liquido caldo (a circa 50°) come acqua, brodo o latte in modo da liberarne sia i pigmenti che le sostanze aromatiche.

Per far si che le sue proprietà restino invariate, lo zafferano andrebbe aggiunto sempre a fine cottura. Il suo particolare sapore si presta sia alla preparazione di primi piatti che di secondi e a volte persino di contorni. Inoltre non va sottovalutata la capacità che ha di colorare brodi o alimenti come riso o pasta. Ottimo per la preparazione di piatti orientali, lo zenzero si sposa in modo particolare con il riso come nel noto risotto alla milanese.

Andando alle curiosità

  • Il suo costo elevato è dato dal fatto che per prepararlo occorrono tantissimi fiori che vengono raccolti al mattino e prima che si schiudano, cosa che porta ad un impiego di mano d’opera piuttosto importante.
  • Per ottenere un kg di zafferano servono circa 150mila fiori mentre per un grammo occorrono 500 ore di lavoro.
  • In Italia, lo zafferano viene coltivato a L’Aquila, in Sardegna e a Cori.

Fonte: greenstyle

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Lo zafferano: spezia amica dell’umore e nemica dello stress
Leggi anche -> Curry: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina
Leggi anche -> Paprika: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarla in cucina