Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Dieta del tonno: perdi 5 kg in 3 giorni con gusto

Dieta del tonno: perdi 5 kg in 3 giorni con gusto

CONDIVIDI

Chi desidera perdere velocemente qualche chilo prima di andare al mare senza sacrificarsi troppo e con gusto, può provare la dieta del tonno. 

Se il tempo a disposizione è poco e si vuole dimagrire di qualche chilo questo programma alimentare è decisamente una buona soluzione. La sua promessa infatti, sono 5 kg in meno in appena 3 giorni.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui 

In cosa consiste la dieta del tonno

iStock

La regola più importante da seguire quando si intraprende questo regime è bere almeno 2,5 litri di acqua al giorno; inoltre bisogna stare lontani dai cibi grassi e lavorati, dagli zuccheri e dalle sostante chimiche.

Come diciamo sempre, la sana alimentazione da sola non basta e va affiancata ad esercizi da svolgere quotidianamente per tonificare il fisico.

I benefici del tonno – Possiede solo il 12% di grassi, è ricco di Omega 3, nonché di vitamine del gruppo B e componenti medicinali che lo rendendo più salutare rispetto a uova, formaggio e carne. Oltre a ciò riduce i livelli di colesterolo, abbassa del 50% il rischio di malattie cardiovascolari, stimola l’attività cerebrale e agevola la perdita di peso.

Prediligere il tonno fresco, se possibile appena pescato – In questo modo potrete fare il pieno di tutte le sue proprietà tra cui spicca la forte presenza di ferro. Per quanto concerne invece il modo di cucinarlo, è bene scegliere ricette semplici e come condimento le spezie e gli aromi.

Ti potrebbe interessare anche—->>> Reflusso gastroesofageo: come combatterlo con l’alimentazione

Lo schema della dieta del tonno:

Primo giorno – Si parte con una tazza di tè o caffè, mezzo pompelmo o succo di pompelmo, più una fetta di pane tostato con del burro di arachidi. Per pranzo, via libera ad un’insalata con 150 g di tonno, 1 cetriolo a fette, 3 pomodorini, 1 cucchiaino di mais. Come bevanda a fine pasto del caffè o del tè. Quindi per cena 100 g di arrosto di manzo, 200 g di verdura cotta al vapore, 200 g di carote grattugiate condite col limone, una mela media e una tazza di caffè o tè.

Secondo giorno – Per colazione una tazza di tè o caffè, un uovo sodo, un toast e una banana. Per pranzo ok a 200 g di tonno, 5 cracker, una tazza di tè o caffè alla fine. E per cena puntare su 200 g di petto di pollo, 100 g di spaghetti, 200 g di broccoli e la solita tazza di tè o caffè.

Terzo giorno – Al mattino cominciare con una tazza di tè o caffè, 5 cracker, una mela e 30 g di formaggio. A metà giornata va bene un uovo sodo, un toast e una tazza di tè o caffè, mentre alla sera ci si può preparare 200 g di tonno, 100 g di spaghetti, 100 g di cavolfiore e una tazza di tè o caffè.

Sono previsti anche gli spuntini – A metà mattina e a metà pomeriggio si possono mangiare a scelta: uno yogurt magro, un mix di verdure crude, un frutto o una barretta ai cereali. Possono andare anche 10 mandorle, una mela o 5 fragole. Ciò che conta è variare.

Prima di intraprendere questa dieta è bene chiedere consiglio al proprio medico.