Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Combattere il colesterolo “cattivo” con il cioccolato fondente

Combattere il colesterolo “cattivo” con il cioccolato fondente

CONDIVIDI

E’ buonissimo e ci fa sentire psicologicamente meglio quando siamo giù di morale per gli eventi della vita. Ma non solo. Il cioccolato fondente ha molte proprietà nascoste, utili per la salute e per il benessere fisico.

Spesso si sente dire che il cioccolato deve essere consumato con parsimonia o meglio evitato del tutto, in quanto fonte importanti di grassi, dannosi soprattutto per chi ha il colesterolo alto. In realtà questo è vero solo in parte. Il cioccolato da tenere lontano è quello molto zuccherato o addolcito con altre sostanze. Quello amaro invece fa bene.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui

Secondo l’esito di diversi studi il cioccolato fondente , per merito di alcuni composti  in esso contenuti, sarebbe capace di abbassare i livelli di colesterolo cattivo, il cosiddetto LDL, e di agevolare, all’opposto, la formazione di quello “buono”, ossia l’HDL

I benefici del cioccolato fondente –  Aiuta a prevenire l’occlusione di arterie e vene, e dunque protegge dal rischio di ictus e infarto.

Perché il cioccolato influenza i livelli di colesterolo

Getty Images

C’è una buona notizia per chi deve mettersi a dieta. Nel suo programma alimentare se vuole può inserire anche il cioccolato fondente, questo perché rientra nei cibi in grado di combattere il colesterolo più pericoloso.

Cosa rende sano il cioccolato fondente – Al suo interno contiene dell’acido grasso, in parole tecniche lo stearico, che è del tutto neutro verso il colesterolo, quindi in sé non lo cura come può accadere per la frutta secca o l’olio crudo, ma neppure lo accentua.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Come rimettere in moto l’organismo con la dieta dei piselli

Inoltre, i polifenoli, presenti in quantità nel cacao, rivestono una funzione protettiva. Nello specifico le epicatechine, che sono degli antiossidanti, abbattono i radicali liberi e ci aiutano come antiinfiammatori e a prevenire l’insorgere di patologie cardiovascolari, della demenza e dei tumori.

Come scegliere il coccolato giusto – Le proprietà benefiche si possono ritrovare nella versione fondente ad alto contenuto di cacao. Quello al latte, infatti, ne possiede troppo poco, per di più alcuni composti del latte ne riducono l’assorbimento, diminuendo di conseguenza gli effetti salutari dei gustosi quadratini marroni.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI