Come rimettere in moto l’organismo con la dieta dei piselli

Piselli e taccole hanno una lunga storia alle spalle. Poco costosi e molto gustosi entrambi gli ortaggi contengono proprietà importanti per la salute

Perfetti come contorno o per le minestre piselli e taccole riattivano l’organismo. Ricchi di fibre, sono preziosi per il funzionamento dell’intestino, inoltre rallentano l’assorbimento di grassi e zuccheri prevenendo il sopraggiungere dell’ipercolesterolemia o del diabete.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui

Ideali anche per chi vuole dimagrire piselli e taccole contengono pochissime calorie, ovvero 52 in appena 100 g. Inoltre risolvono un problema che affligge molte donne: il metabolismo lento, che spesso impedisce di perdere chili anche se si affronta una dieta severa e la dura palestra.

Come funziona la dieta dei piselli e delle taccole

Getty Images

Questi due alimenti si possono trovare in commercio da primavera e fine giugno. Come tutti i legumi sono fonte di proteine vegetali, ma per permettere al corpo un perfetto assorbimento è necessario accompagnarli con riso, pasta, orzo o farro.

A dispetto di chi li definisce verdure, sono in realtà dei piatti unici sostitutivi di carne, latticini e uova ma con il beneficio di essere privi di colesterolo e grassi saturi motivo per cui si possono mangiare dalle 2 alle 3 volte alla settimana con contorno di insalata.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Pancia piatta e fianchi perfetti: ecco la dieta giusta

Le proprietà – Come detto sono diverse. Piselli e taccole contengono calcio, ferro, fosforo, caroteni, potassi, vitamina C, B, B9 e provitamina A. Oltre a riattivare l’organismo, conferiscono energia. Altamente sazianti, stimolano la diuresi e aiutano a sgonfiare la pancia e ad innalzare le difese immunitarie. Inoltre migliorano la vista e proteggono dalle radiazioni solari.

Come al solito è fondamentale bere almeno 2 litri di acqua al giorno per eliminare le tossine e risolvere i problemi di ritenzione.

Una ricetta – Le taccole sono molto versatili, e si possono cucinare in vari modi, in particolare sono deliziose al vapore, lessate o saltate in padella. Bastano due spicchi d’aglio, una cipolla, della polpa di pomodoro e un po’ di basilico. Delle taccole non si butta niente, motivo per cui dopo averle sbollentate per 5 minuti, vanno aggiunte al soffritto e fatte cuocere per 10 minuti a fuoco vivo. Si possono anche inserire nei risotti e nelle torte salate, oppure friggere o ridurre in purea.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti