Happy Meal Readers: McDonald’s regala libri ai bambini

Leggere libri fa sempre bene, sopratutto ai bambini. Ecco perché McDonald’s ha deciso di regalare libri ai suoi clienti più piccoli, con l’iniziativa Happy Meal Readers.

Libri (Fonte: Getty Images)

In Italia il 70% dei genitori legge libri ai propri figli almeno due o tre volte alla settimana, mentre il 38% lo fa ogni giorno. Leggere libri in compagnia dei propri genitori ha una grande influenza positiva sulla crescita di ogni bambino: lo dimostra una ricerca commissionata da McDonald’s (sì, il fast food) a Kantar Italia. Alberto Pellai, psicoterapeuta dell’età evolutiva, spiega che “Leggere un libro insieme ad un figlio è come aiutarlo a leggere il mondo. I libri per i bambini sono specchi perché dentro a una storia trovano pezzi della loro, e sono porte perché quando lo aprono possono entrare in mondi che gli sono accessibili solo così”. Sempre Pellai fa appello ai risultati di una recente e importante ricerca, i quali “hanno rivelato che i bambini a cui i genitori leggono regolarmente libri in età pre-scolare hanno un vantaggio di circa otto mesi nell’acquisizione delle competenze linguistiche rispetto ai loro coetanei cui manca questo elemento. Questo vantaggio si manifesta nella capacità espressiva e di pre-lettura, ma soprattutto in quella comprensiva del bambino”. 

Il momento preferito per la lettura dalle famiglie pare essere quello della sera: il 75% degli intervistati, infatti, legge prima di dormire; il 43% preferisce invece leggere di pomeriggio. Nonostante la rapidissima evoluzione dell’era digitale, il 93% dei bambini facenti parte della ricerca ha dichiarato di preferire i libri di carta. A differenza dei moderni e-reader, i libri sono sempre presenti nelle case di ogni famiglia italiana. Molti dei genitori intervistati hanno espresso l’importanza di avvicinarsi al mondo della lettura fin da piccoli: l’87% di loro è infatti d’accordo sul fatto che i libri siano fondamentali per lo sviluppo delle capacità d’apprendimento dei bambini già in età pre-scolare (0-6 anni), e che siano anche ottimo strumento di educazione emotiva.

Leggi anche –> Cinque libri che raccontano storie di donne forti e indipendenti

L’iniziativa Happy Meal Readers di McDonald’s

McDonald’s (Fonte: Getty Images)

La ricerca commissionata da McDonald’s a Kantar Italia, effettuata su un campione rappresentativo di 600 genitori, è servita a fornire all’azienda i dati utili al lancio dell’iniziativa Happy Meal Readers, promossa dalla catena di fast food con l’obbiettivo di avvicinare i bambini alla lettura. I clienti più giovani di McDonald’s, al momento dell’acquisto di un Happy Meal (il famoso menù infantile del fast food), potranno decidere se ottenere in regalo un giocattolino di plastica o un libro. L’iniziativa è già attiva da qualche giorno in Italia.

Secondo gli ultimi dati diffusi da dall’Associazione Italiana Editori (AIE), i bambini fanno parte del gruppo di lettori più accaniti: durante l’ultimo anno l’82% dei bambini d’età inferiore a 13 anni ha letto un libro (scritto o anche solo illustrato), un ebook, un’applicazione a contenuto editoriale o ascoltato un audiolibro; nello stesso arco di tempo solo il 65% degli italiani più grandi, d’età compresa tra 14 e 75 anni, ha fatto la stessa cosa.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

 

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti