Home Curiosita

Le 6 parti del corpo umano che non usi più: curiosità

CONDIVIDI
le 6 parti del corpo che non susi
Le 6 parti del corpo che non usi più (Istock Photos)

Le 6 parti del corpo dell’uomo che non si usano più: una curiosità anatomica che non sapevi

Il corpo umano è in continua evoluzione. Questo si sa ma, ci sono alcune parti del nostro corpo che non usiamo più o meglio, non svolgono più la loro funzione vitale. Vi chiedete come mai? E quali sono? Scopriamo insieme le curiosità dell’uomo e della nostra anatomia in via di sviluppo. Le 6 parti del corpo umano che non usiamo più ma che abbiamo ancora. Perché tagliarsi un dito con la carta fa così male? La risposta della scienza

Le 6 parti del corpo umano che non si usano più

Che ti piaccia o no, hai anche tu delle parti del corpo che non usi più e neanche te ne rendi conto. Allora ti domandi, che fanno ancora lì? Un motivo c’è ed è da ritrovare nella scienza e, più precisamente nei primi uomini. Vediamo insieme quali sono queste 6 parti del corpo umano che sono diventate nel tempo, in disuso.

Potrebbe interessarti anche: Il corpo umano ai raggi x, gli oggetti più strani trovati dai medici

  1. I denti del giudizio: ti chiedi spesso a cosa servono i denti del giudizio se poi, arriva un momento nella tua vita che il dentista ti suggerisce di toglierli. La risposta è da trovare nei primi uomini. Infatti un tempo, quando l’uomo consumava più spesso cibi non cotti o difficili da masticare, e la mandibola era più grossa, questi denti dovevano risultare più utili. Con il passare dei secoli, la nostra bocca si è modificata, diventando più piccola. Ciò ha portato a rendere, i quattro molari- i denti del giudizio – inutili.
  2. Il coccige: sapevi che il coccige non è altro che ciò che resta dell’antica coda dei nostri antenati? Proprio così, questo osso che forma la colonna vertebrale è, oggi, inutile ma continua a rimanere lì dentro di noi.
  3. I capezzoli maschili: nulla da ridire su quelli delle donne, sappiamo bene il significato ed il motivo per cui sono posti lì. Ma, negli uomini? Il motivo per il quale anche l’uomo ha i capezzoli non è chiaro. Forse una spiegazione esiste ed è da ricercare nella scienza. Infatti, è proprio all’interno dell’utero materno, ancor prima che venga determinato il sesso del nascituro, che si formano i capezzoli. Ed è solo questo il motivo per il quale anche gli uomini hanno i capezzoli.
  4. La pelle d’oca: i muscoli erettori del pelo sono i responsabili della cosiddetta pelle d’oca. Ma, a pensarci bene, a cosa serve oggi? Nei nostri antenati era molto importante poiché serviva per alzare la temperatura corporea e creare uno strato “termico” isolante a difesa dell’epidermide. Oggi, per svolgere la sua funzione, dovremmo essere ricoperti da uno strato spesso di pelliccia.
  5. I peli: non a caso si chiamano, oggigiorno, superflui. I peli non svolgono più la funzione protettrice di un tempo. Una volta i peli sul corpo di un uomo erano fondamentale perché riparavano dal freddo e dalle intemperie, così come le sopraciglia, che con il caldo avevano la funzione di non far scendere il sudore sugli occhi. Oggi con i vestiti, le coperte, e i riscaldamenti, i peli non svolgono più la loro funzione originaria. Non a caso tendiamo sempre di più a toglierli dal nostro corpo. Sono diventati più che altro un fastidioso problema antiestetico. 5 cose da sapere per rallentare la crescita dei peli
  6. L’appendice: tutti noi abbiamo l’appendice ma ce ne rendiamo conto solo quando ci fa male perché infiammata. L’appendice è un piccolo tubicino che fa parte dell’intestino crasso e non essendo in grado di assorbire alcun nutrimento, non di conseguenza neanche un ruolo nella digestione del cibo. Anche in questo caso, l’appendice svolgeva la sua funzione quando, nell’antichità, i primati osservavano una dieta ricca di foglie.

E’ strano da credere ma è proprio così. L’evoluzione del corpo umano è in continuo cambiamento e la scienza lo dimostra con studi che affermano questi cambiamenti nel genere umano.