Ha predetto che la fine per l’umanità sarà nel 2019, ecco perchè ne è convinto

La fine del mondo sarebbe imminente secondo questo uomo, ecco su cosa si basa questa convinzione.

L’uomo che ha predetto la fine del mondo già quattro volte è ora sicuro che la fine per l’umanità avverrà nel 2019. Storicamente molti medium e veggenti si sono affrettati a prevedere per primi la fine del mondo. Questo evento universale che ha sempre ossessionato molte persone, continua a ricevere molta attenzione. C’è un uomo di cui avrai probabilmente già sentito parlare, che pare essere sicuro che la fine del mondo arriverà nel 2019.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Attualità  CLICCA QUI

La fine del mondo avverrà nel 2019

Per molte persone, leggere queste notizie all’inizio dell’anno non è affatto incoraggiante eppure secondo quest’ uomo, il 2019 sarà il nostro ultimo anno sulla Terra. L’uomo in questione ha già pronosticato la fine del mondo quattro volte prima d’ora e ha commesso un errore evidente ogni volta. Quindi, è ovvio prendere le sue parole con molto senno di poi.

Il suo nome è David Montaigne, autore e studioso di profezia. Secondo lui il mese di dicembre 2019 segnerà la fine del mondo così come lo conosciamo noi.

Questo uomo è molto convinto di questo, tanto che ha scritto un libro su questo argomento intitolato “La fine dei tempi e il 2019: la fine del calendario Maya e il conto alla rovescia per il giorno del giudizio”, in cui presenta i fatti e le prove che dimostrano che stiamo vivendo il nostro ultimo anno.

L’autore del famoso libro asserisce che un particolare allineamento delle stelle descritte dagli autori biblici e il calendario Maya, segnerà il Giorno del Giudizio, che avrà luogo il 28 dicembre 2019.

In altre parole, abbiamo meno di 12 mesi per prepararci materialmente e conservare il cibo necessario per sopravvivere agli eventi futuri.

Prossimi eventi

Sul suo sito web, David Montaigne afferma che il 21 dicembre 2019 il mondo sperimenterà un cambiamento di polo. Quel giorno l’intera superficie del pianeta comincerà a cambiare posizione e si muoverà sugli strati più fluidi sotto la crosta terrestre.

Nei giorni successivi, questo spostamento della crosta terrestre causerà terremoti, maremoti e attività vulcanica che distruggeranno quasi completamente ciò che rimane della civiltà umana. Montaigne afferma anche che gli archivi storici, geologici e biologici mostrano che i cambiamenti di polo hanno già avuto luogo in passato sulla terra.

L’autore dice anche che la Bibbia ha ripetutamente descritto questi eventi, e pensa che sperimenteremo un altro spostamento dei poli durante la settimana successiva al 21 dicembre 2019, che peggiorerà di giorno in giorno fino a quando i disastri naturali raggiungeranno il loro picco il 28 dicembre, che sarà il giorno dell’ultimo giudizio.

Storicamente, i poli magnetici nord e sud si invertono ogni 200.000 a 300.000 anni. In realtà, questo cambiamento si è verificato centinaia di volte negli ultimi tre miliardi di anni.

I cambiamenti di polo di solito avvengono nel corso di migliaia di anni, non di giorni, indebolendo il campo magnetico terrestre, anche se gli scienziati non prevedono che ciò causerà una catastrofe meteorologica globale.

Una fine imminente del mondo

Se credi a ciò che ha affermato Montaigne, vai a casa e fai una lista esaustiva di tutto ciò che vuoi fare nella vita prima del 21 dicembre 2019.

Forse hai sempre voluto fare paracadutismo, imparare a parlare una lingua straniera o diventare milionario… Il mondo sta volgendo al termine, quindi niente ti impedisce di fare ciò che hai sempre desiderato, secondo le previsioni di David Montaigne.

Va anche notato che in passato Montaigne ha commesso errori catastrofici nelle sue previsioni, così che non siamo obbligati a prendere le sue parole per certe.

Nel suo libro Antichrist 2016-2019: Babilonia, Barack Obama e il califfato islamico affermò che l’Anticristo sarebbe arrivato sulla terra il 6 giugno il 2016. Non solo, anche che l’Anticristo apparentemente sarebbe apparso negli Stati Uniti, probabilmente attraverso il corpo dell’allora presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

Montaigne non è la prima persona a dire che popoli come i Maya hanno predetto l’Apocalisse. L’autore Ronald Weinland afferma che l’Apocalisse avrà luogo il 9 giugno 2019, in seguito alle letture dei testi Maya. Inoltre, le previsioni di Weinland avevano fallito con Armageddon nel 2011, 2012 e 2013.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Profezie per il 2019, ecco le 3 infauste profezie di Nostradamus

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI