Home Salute e Benessere

Tutti dovrebbero sapere queste 3 cose sulle donne che hanno un taglio cesareo

CONDIVIDI

Taglio cesareo, tutto quello che c’è da sapere su questa cicatrice che le donne dovrebbero indossare con orgoglio.

A volte, si tende a sottovalutare l’impatto del taglio cesareo poichè il parto vaginale è più doloroso. Tuttavia, il taglio cesareo non è una passeggiata per la donna. Questa operazione è piena di misteri anche se ora viene praticata molto di più rispetto al passato.

Secondo il quotidiano Self, le donne che hanno subito un taglio cesareo per dare vita ai propri figli dovrebbero indossare questa cicatrice con orgoglio. La maternità è il momento più difficile e gratificante che una donna possa attraversare. Il taglio cesareo è tutt’altro che facile. Nella scelta dell’operazione, la futura mamma è esposta a diversi rischi e deve superare il dolore e il pericolo che ne deriva.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Salute & Benessere CLICCA QUI

Ecco 3 cose che devi assolutamente sapere sul taglio cesareo

1- Diversi rischi inerenti all’operazione

Le donne che scelgono questo metodo per partorire devono mostrare forza e coraggio, perché devono impegnarsi molto e sapere che solo una madre può far fronte a così tanto eroismo. Come la maggior parte delle operazioni, il taglio cesareo è a rischio sia per il bambino che per la madre.  Inoltre, sorge un altro svantaggio che riguarda i familiari, in particolare il padre, che non può essere un testimone perché non può essere presente in sala operatoria. Le future madri dovranno affrontare questa nascita da sole, senza supporto morale o sostegno. Ciò causa reale incertezza per la donna. La donna che partorisce con il cesareo dà una bella prova d’amore per il suo bambino.

2- Rischi sostenuti dopo la nascita

A differenza delle donne che partoriscono in modo vaginale, coloro che scelgono il cesareo non sanno se tutto andrà bene finché non avranno lasciato la sala operatoria. Per le donne che partoriscono naturalmente, non ci sono complicazioni o rischi per la salute. I medici sono in grado di dire se la chirurgia ha avuto successo solo quando gli effetti dell’anestesia si dissipano.

Queste preoccupazioni portano a un fatto che poche persone sanno: le future mamme sono coscienti durante l’operazione. Non sentono il dolore del parto, ma sono in grado di sentire ogni movimento che si verifica durante la procedura. Questa sensazione può essere sgradevole e invasiva per la futura madre. Ciò richiede una preparazione psicologica, ma nonostante il disagio causato dalle procedure operative, la donna le subisce affinché il bambino sia al sicuro.

3- Convalescenza postoperatoria

Se il taglio cesareo porta la sua quota di dolori e ansie, il periodo postoperatorio non è da meno. Indipendentemente dalla modalità del parto, la vita della madre ruota intorno al suo bambino. Sacrificando il proprio benessere, la nuova madre è impegnata a soddisfare i bisogni del neonato. Questo è il caso di tutte le madri, ma coloro che hanno avuto un parto cesareo devono fare i conti con un altro parametro: il dolore postoperatorio, persistente fino a molte settimane dopo il parto. Ma nonostante questo disagio, questa esperienza la rende più forte. I passi che attraversa la mamma sono poi facilitati dalle gioie e dai momenti di grazia della maternità.

Non importa quanto siano difficili, le mamme con cicatrici da taglio cesareo mostrano coraggio e sacrificio. Ogni cicatrice è un ricordo di battaglia e gioia per il loro bambino, ecco perchè questo marchio dovrebbe essere indossato con orgoglio.

Come recuperare dopo un taglio cesareo?

Secondo Doctissimo, tornate a casa dopo un taglio cesareo, è essenziale essere cauti per non avere complicazioni, in particolare in termini di guarigione della ferita. Ecco alcuni suggerimenti da seguire:

· Non indossare oggetti pesanti e soprattutto riposare e fare un pisolino extra al giorno.

· Approfitta della presenza di una persona cara, in particolare i primi giorni della tua convalescenza, in modo che possa fornirti l’aiuto necessario.

· Quando la ferita inizia a guarire, puoi massaggiarla quotidianamente con olio di mandorle dolci o applicare cataplasmi sull’addome inferiore per garantire una guarigione discreta.

· Non esporre la cicatrice del parto cesareo al sole per un anno.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Parto cesareo dolce è possibile con il metodo Stark

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI