Home Maternità

Parto cesareo dolce è possibile con il metodo Stark

CONDIVIDI

Quando si pensa ad un parto cesareo la mente vola verso cicatrici antiestetiche, post operatori un pò lunghi e dolorosi. Sembra però che non sia più destinato ad essere così, da qualche tempo si ha un’alternativa che prende il nome di metodo Stark o cesareo dolce.

premature baby
premature baby

il metodo Stark o cesareo dolce

Il nome è legato al medico Israeliano che lo ha messo a punto per favorire il cesareo anche in zone di guerra in cui le condizioni sono molto precarie. La procedura, ovviamente perfezionata, consente di ridurre il trauma nelle donne che devono partorire con un taglio cesareo, evitando così problemi operatori e post-operatori.

A differenza del cesareo normale quello dolce non prevede un’incisione degli strati della parete addominale per arrivare all’utero, ma viene praticato un taglio di 2 cm appena sopra il pube, aprendo poi i tessuti con le mani e non con il bisturi. Il taglio in questo modo necessita di meno punti di sutura e la cicatrizzazione è molto più veloce.

La mamma passa molto meno tempo in sala operatoria accusando meno dolore e meno danni ai tessuti e, inoltre,  cosa  importante l’anestesia che viene effettuata non è spinale quindi le gambe non vengono immobilizzate. Può inoltre  ricominciare a mangiare non appena se la sente, poichè l’intestino non è stato bloccato tramite anestesia profonda. Inoltre il papà potrà entrare in sala operatoria così la mamma sarà meno sola!

VIDEO NEWSLETTER