Home Dieta e Alimentazione

La dieta che sazia: dimagrire veloce e senza fame

CONDIVIDI

Se siete timorosi di iniziare una dieta per la paura di avvertire quel fastidioso buco allo stomaco che ci incentiva a ingurgitare snack poco, con questo metodo dimenticherete il senso della fama e perdere 2 kg in 4 giorni.

Getty Images

Come funziona la dieta che sazia

Visto che siamo in clima di vacanze natalizie, la potremmo definire la soluzione ideale dal 7 gennaio in avanti, per smaltire quei chiletti in più accumulati “grazie” alle abbuffate infinite e gli invitanti dolciumi tipici del periodo.

Cosa fare?

Per prima cosa dobbiamo ridimensionare le porzioni e scegliere cibi con meno grassi, zuccheri e contenuto calorico. In secondo luogo assicurarci di consumare abbastanza cibo per non sentirci affamati o malnutriti.

Cosa mangiare?

Si può mangiare di tutto purché nelle giuste quantità. Non c’è dunque bisogno di togliere niente. Carne, pesce, riso, frutta e molta verdura, sono gli alimenti necessari per perdere almeno 2 kg in appena 4 giorni.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui

La dieta che sazia nel dettaglio

Si parte dalla colazione

Getty Images

In tutti e 4 i giorni della dieta che sazia al risveglio si andrà a prendere una spremuta di pompelmo o di arancia e due fette biscottate con un cucchiaino raso di marmellata.

Il primo giorno
A pranzo ci aspettano 80 grammi di riso con pomodoro fresco, un’insalata mista e due fette di ananas.
A cena, invece, 150 gr di filetto alla griglia, 200 gr di pomodori in insalata e una mela.

Il secondo giorno
A pranzo abbiamo 80 gr di riso con zucchine, 200 gr di carote e 1 pera.
A cena, 150 gr di pesce spada ai ferri, un’insalata di finocchi e 125 gr di fragole.

Il terzo giorno
A pranzo una porzione di petto di pollo alla griglia, 150 gr di melanzane arrosto e 2 mandarini.
A cena, un carpaccio di manzo 150 gr, un’insalata di rucola e radicchio 150 gr e 2 kiwi.

Il quarto e ultimo giorno 
A pranzo con 60 gr di riso con asparagi, 250 gr di radicchio ai ferri e una mela.
Infine, a cena 120 gr di bresaola con rucola e poche scaglie di parmigiano, 150 gr di insalata e 60 gr di pane.

Ovviamente sono vietate le bevande alcoliche e zuccherate per tutti i giorni della dieta.

Prima di iniziare questa “cura” dimagrante sarebbe bene consultare il proprio medico o un nutrizionista. Da tener presente che, trattandosi di una dieta abbastanza restrittiva,  è sconsigliata per chi soffre di diabete e di altre patologie, oltre che per le donne in gravidanza.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI