Home Dieta e Alimentazione

Ecco la frutta che ci può far ingrassare

CONDIVIDI

Chi ha detto che la frutta fa sempre e comunque bene? La presenza di un carboidrato oltre a contenere vitamine, minerali, fibre e antiossidanti, la rende un alimento da mangiare con parsimonia

(Getty Images)

In un’alimentazione sana e bilanciata non deve mancare la frutta, ma è bene però non abusarne. Al suo interno vi è lo zucchero, precisamente il fruttosio, per cui inevitabilmente se consumata in eccesso potrebbe portare ad un aumento di peso.

Ho avuto molti pazienti che consumavano troppa frutta, convinti che non fosse una cosa importante perché si trattava, appunto, di frutta, ma in realtà a conta eccome, soprattutto se si è diabetici o si devono comunque tenere controllati i livelli di glicemia“, ha spiegato la dietologa Bonnie Taub-Dix, autrice di “Read It Before You Eat It” .

Ottima come merenda o prima dell’attività fisica in quanto aiuta a restare sazi, la frutta deve dunque essere moderata. Ma quali sono i frutti che contengono più carboidrati?

L’ananas

Contiene ben 13 grammi di carboidrati, 10 dei quali derivati dallo zucchero. Ciò nonostante ha elevati benefici nutrizionali,  come il 131% del fabbisogno quotidiano di vitamina C e il 76% di manganese. In questo caso l’apporto calorico complessivo resta di sole 50 calorie all’etto.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui

La banana

Coi suoi 23 grammi per etto, la banana è al top in termini di presenza di carboidrati, ma le va anche riconosciuto il grande potere energetico: fornisce 89 calorie per 100 grammi, ed è un’ottima fonte di fibre, utili per mantenere in forma il cuore, oltre che di vitamine e minerali, fra cui la vitamina B6 e il potassio, dannoso tuttavia per chi ha problemi di reni.

Il mango

(Getty Images)

Un po’ come tutti i frutti tropicali, anche il mango contiene un bel po’ di zucchero. In 100 grammi di prodotto, ne troviamo ben 15 grammi. In ogni caso resta una pregevole fonte di vitamina C, vitamina A e  vitamina B6. Il tutto in sole 60 calorie per etto.

Le mele

Una mela contiene in media 25 grammi di carboidrati, in parte a causa della forte presenza di fibre al suo interno. Ha ugualmente potere antiossidante, grazie alla vitamina C, e aiuta a garantire un sistema immunitario attivo ed efficiente.

L’ uva passa

Infine, l’uva essiccata che tanto è amata nel periodo natalizio. In questo caso di carboidrati ve ne sono ben 79 grammi per etto con un apporto energetico di 299 calorie per 100 grammi. Al suo interno anche minerali e fibre.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI