Home L'Esperto Risponde

Riscaldamento, ecco come risparmiare sulla bolletta

CONDIVIDI

In attesa del gelo invernale gli esperti di Habitissimo hanno tracciato una classifica degli impianti di riscaldamento più utilizzati e più costosi

(Getty Images)

La caldaia

 La caldaia alimentata a metano o, in alcuni casi, a Gpl o gasolio, è il sistema più diffuso in Italia, anche se ormai la tendenza è quella di integrarlo con impianti a pannelli solari o energie alternative per risparmiare poi sulle bollette. Esistono inoltre le caldaie a condensazione capaci di rendere bene e consumare poco.

Il riscaldamento autonomo

Grazie alla caldaia indipendente e al termostato, questo genere di riscaldamento viene regolato direttamente dal proprietario. Qui la manutenzione ordinaria da parte del proprietario è fondamentale soprattutto per evitare imprevisti e ulteriori spese.

Il riscaldamento centralizzato

Lo troviamo nei condomini, nelle scuole e negli edifici pubblici. Consiste in un impianto alimentato da un’unica caldaia centralizzata. Questa tipologia presenta diversi vantaggi come il fatto che la manutenzione spetta all’amministrazione.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui

Le biomasse

(Getty Images)

Sono impianti autonomi costituiti da una stufa a biomassa o da un termocamino con la possibilità di scaldare più stanze grazie ad un sistema di canalizzazione. Il carburante è di origine vegetale, come ad esempio il pellet o il legno. La manutenzione è semplice e prevede la pulizia periodica.

La pompa di calore 

E’ un metodo in crescita  d’uso. Utilizza fonti rinnovabili per trarre calore e trasferirlo all’impianto. Qui il grande vantaggio consiste nella possibilità di invertire il processo per la produzione di aria fresca d’estate. La manutenzione è quella legata al normale impianto di climatizzazione.

A pavimento o soffitto

L’impianto si trova sotto al pavimento e la serpentina attraverso la quale l’acqua calda raggiunge qualunque angolo della casa è di facile gestione.

Gli infrarossi

Ideale per le mezze stagioni consente di riscaldare anche solo un ambiente o una porzione di esso. I punti di forza sono la comodità e la versatilità. Sfruttando l’elettrico consente di portare il calore anche sulle verande, nei garage e negli spazi più esterni. Ottimo pure per il portafoglio visto che non è particolarmente impegnativo mantenerlo.