Home Attualità

Abbattuta statua di Colombo a Los Angeles: “Colpevole di genocidio”

CONDIVIDI

Lo storico esploratore italiano è ritenuto responsabile dello sterminio dei nativi americani. Da anni l’immagine del genovese è nel mirino dei predicatori del politicamente corretto

(©Corriere della Sera)

Colonizzatore, sterminatore e  indegno di adornare qualsiasi piazza degli Stati Uniti. La città di Los Angeles, sulla scia delle recenti riletture della Storia del continente, ha deciso di rimuovere la statua dedicata a Cristoforo Colombo che da decenni occupava il centro di Gran Park, nella metropoli californiana. L’opera d’arte era stata donata dalla comunità italiana stabilitasi nel Sud della California, così come era accaduto altre città, ma oggi la figura del genovese è vista come negativa.

Chi ha voluto rimuovere l’omaggio a Colombo

L’iniziativa di togliere dal navigatore nato nel 1451 dal suo piedistallo è stata promossa da Mitch O’Farrell, consigliere comunale di LA e discendente di una tribù di nativi americani.

Fu personalmente responsabile di diverse atrocità“, la motivazione al gesto. “Le sue azioni hanno messo in moto il più grande genocidio della storia. La sua immagine non dovrebbe essere celebrata da nessuna parte. Colombo non ha scoperto l’America poiché non ha mai raggiunto le coste del Nord America e c’erano già milioni di indigeni che vivevano qui”.

Per non perdere le ultime notizie dall’Italia e dal mondo  cliccate qui

Come il politicamente corretto che ha ribaltato le valutazioni

Statua Colombo a New York (©Getty Images)

La fama di Cristoforo Colombo è stata messa in discussione dai paladini del politicamente corretto già da tempo, ma la sua impopolarità ha subito una crescita grandiosa dopo gli incidenti razziali di Charlottesville, quando tre persone di movimenti pro immigrati sono rimaste uccise ad opera di suprematisti bianchi.

In quel frangente, nel giro di pochi giorni numerose statue dell’uomo che nel 1492 credeva di aver individuato le Indie con le sue tre caravelle e che invece era arrivato nel Nuovo Mondo sono state danneggiate o abbattute, come quelle di Houston e Detroit . Addirittura il sindaco di New York Bill De Blasio ha proposto di cambiare nome a Columbus Circle, la piazza antistante Central Park mentre molti suoi omologhi, tra cui proprio quello della città degli angeli hanno cancellato le celebrazioni del 12 ottobre per il Columbus Day, sostituendole con “La giornata dei Nativi e degli Indigeni”.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI