Home Attualità

Trovano un coniglio “mutante” nel loro giardino, immagini incredibili

CONDIVIDI

coniglio Frankenstein

Due fratelli trovano un coniglio “mutante” nel giardino e lo fotografano: l’immagine fa il giro del mondo

Un coniglio davvero strano, a dir poco impressionante. Un coniglio “mutante”, se così si può dire. E’ la scoperta incredibile fatta negli Stati Uniti dai fratelli Gunnar e Zander Boettcher, che 5 anni fa nel loro giardino hanno rinvenuto questo esemplare di coniglio a dir poco particolare. Nella fotografia si vede chiaramente: è come se avesse tanti piccoli spuntoni di pelle nera che fuoriescono dal viso, quasi come fosse una specie di barba. In realtà non è questo il motivo per il quale questo coniglietto era così strano, ma purtroppo alla base c’è una malattia. I fratelli Boettcher lo hanno incontrato in giardino e hanno fatto un video, che negli ultimi mesi si è diffuso a macchia d’olio fino a diventare davvero virale. Una sorta di animale mutante, che in realtà mutante non è. Nei commenti qualcuno ha provato a spiegare la situazione, ma ovviamente prevale la curiosità nei confronti di questa bestiola così inconsueta che tanto ha incuriosito le gente che l’ha vista.

Il coniglio “mutante” e la malattia che l’ha colpito

coniglio Frankenstein

“Il coniglio più spaventoso del mondo: Frankenstein“. Così si intitola il video del 2013 di Gunnar Boettcher che negli ultimi tempi ha spopolato su Youtube e ancora di più su Facebook. Non senza ironia Gunnar scrive: “Ho trovato questa creatura magica che vive intorno alla nostra casa, si ciba delle anime di altri conigli. Si chiama Frankenstein e ho rischiato la mia vita per catturarlo”. In realtà subito dopo spiega perché questo coniglio “mutante” si presenta in questo modo. Il piccolo è stato infettato dal Papilloma virus di Shope, un virus che attacca il DNA di alcuni animali selvatici, provocando queste orribili escrescenze su alcune parti del corpo. Lui l’ha preso in faccia, con i risultati che potete vedere. Si tratta in realtà di piccoli tumori, causati da una puntura di zecca o di zanzara, che a volte possono risultare anche mortali. Ma vediamo il video proposto dai fratelli Boettcher su Youtube, che ha generato anche qualche polemica. In realtà, come spiega Gunnar, “Io non posso fare nulla per curare la sua malattia, non c’è niente che possa fare per salvarlo. Di certo non catturarlo e farlo curare: probabilmente lo traumatizzerei ancora di più”.