Home Attualità

Zinedine Zidane lascia il Real Madrid: “Servivano nuovi stimoli”

CONDIVIDI
Zinedine Zidane
Zinedine Zidane (Getty Images)

Ufficiale: Zinedine Zidane lascia il Real Madrid. Lo ha comunicato lui stesso in conferenza stampa

Zinedine Zidane non è più l’allenatore del Real Madrid. Lo ha comunicato lo stesso ex campione francese, che ha convocato una conferenza stampa presso il centro sportivo madrileno per rassegnare le sue dimissioni: “Ho spiegato bene la situazione al presidente Florentino Perez – racconta Zidane in conferenza – Credo fosse giunto il momento di cambiare qualcosa, credo sia giunto il momento che i calciatori ritrovino nuovi stimoli e possano ricominciare a vincere anche con un diverso sistema di gioco. Ho già parlato anche con loro, mi sono confrontato con capitan Sergio Ramos e ho spiegato anche a lui la mia decisione. Questo è il momento giusto per lasciare, alla squadra serve un cambio di rotta. Sarò grato per sempre al Real Madrid e a Florentino Perez, a cui devo tantissimo. Il Real mi ha dato tutto, io continuerò ad essere vicino al club, ma era il momento di cambiare, sia per me che per i giocatori. Dopo 3 anni era la decisione più giusta. Per il momento non cercherò un’altra squadra. Potrebbe anche non essere un addio, poi si vedrà”. Così Zinedine Zidane ha annunciato il suo addio al Real Madrid. O forse, come ha detto lui, è solo un arrivederci.

Real Madrid, Zidane si dimette: clamoroso scambio con Allegri?

Zinedine Zidane
Zinedine Zidane (Getty Images)

E mentre Zinedine Zidane stava comunicando il suo addio ufficiale al Real Madrid, subito sono iniziate le speculazioni su quale potrebbe essere la sua prossima squadra. Si parlava del Chelsea, ancora a caccia di una panchina e in procinto di chiudere con Maurizio Sarri, si è parlato anche di uno Zidane che prende una “pausa di riflessione” aspettando magari la panchina di una Nazionale, magari proprio quella francese a fine Mondiale. Ma c’è anche una notizia clamorosa che rimbalza da ‘SportMediaset’: il Real Madrid ha pensato a Massimiliano Allegri per sostituire Zidane, e in cambio alla Juve potrebbe andare proprio l’ex campione transalpino, che in bianconero è stato già protagonista assoluto da calciatore. Un affare che sembra davvero difficile. Ma si sa, nel calcio nulla è impossibile.