Home Attualità

Salvini dopo la sfiducia a Pomeriggio 5: ‘Che peccato’

CONDIVIDI
Matteo Salvini
(screenshot video)

Matteo Salvini a Pomeriggio 5 dopo la sfiducia di Mattarella parla ai microfoni di Barbara D’Urso

Dopo l’intervento di Luigi Di Maio a Pomeriggio 5 è il turno dell’altro politico, Matteo Salvini della Lega

‘Dove sta scritto che il Ministro dell’Economia deve stare simpatico a tutti? Un professore di 81 anni che ha espresso un suo parere, dopo tutto il lavoro che noi abbiamo fatto, un lavoro di settimane per niente. Mattarella si è preso il permesso di cancellare una lista perché in Europa qualcuno non è convinto. Mi sarei aspettato che il Presidente della Repubblica appoggiasse un Governo che andava a favore degli Italiani. Avevamo fatto anche qualche altro nome, ma non andavano bene perché in Europa hanno bisogno di un’Italia di serie B che paga e sta zitta, sono palle. Non è un Governo per mettere a rischio i risparmi della gente, io ho due figli, secondo voi io li metto a rischio? Ci hanno fermato una volta, ma non lo faranno una seconda. Ma Matterella si, Mattarella no, il Governo si farà. La gente comune mi dice io non voto più, tanto noi votiamo e decidono gli altri. Se Mattarella convocherà altre elezioni ci sarà un referendum tra chi è con gli Italiani e chi con le banche. 

Lega e Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni con una coalizione?

Roberto Fico presidente camera
Fico, Di Battista e Di Maio – Getty Images

Noi e 5 Stelle insieme alle prossime elezioni? Quando sarò meno incazzato te lo dirò. Alla prima volta allo stesso tavolo insieme non ero convinto, programma diversi, idee diverse, ma ti posso dire che ho lavorato bene con loro? Con persone aperte al dialogo, se poi questa diventerà un’alleanza di Governo lo capiremo, noi siamo persone libere, oneste. Noi ieri avevamo in mano sei ministeri, ma abbiamo messo la dignità davanti, la mia parola vale di più di 6 ministeri. Io incito la gente alla calma, senza alzate di testa, senza manifestare, calma! Cottarelli sarà appoggiato solo dal PD, un partito che ha perso tutte le elezioni.

In queste settimane ho letto che sono brutto, traditore, razzista, e non me lo dicevano quelli del PD, ma qualcuno che era alleato di Forza Italia. Quindi su di loro ci penserò. Io alla lealtà non rinuncio. Sull’impeachment non mi espongo, io parlo solo se una cosa me la studio bene. 

SalvaSalva