Home Gossip

Amanda Lear si racconta: “Io mascolina? Oggi tutte come me”

CONDIVIDI

Amanda Lear

Amanda Lear ha avuto una vita entusiasmante, a stretto contatto con artisti del calibro di Bowie e Dalì. Si racconta al Maurizio Costanzo Show.

Amanda Lear è stata una delle protagonista della tv italiana per anni, ma è questo è stato soltanto l’ultimo atto della sua carriera e vita fantastica, circondata da artisti di ogni tipo. Dal mondo della musica all’arte pittorica, Amanda Lear si è confessata al Maurizio Costanzo Show, concedendo un’intervista terribilmente interessante.

La versione completa sarà possibile seguirla lunedì 21 maggio, in seconda serata su Canale 5. Intanto è stata rilasciata una succulenta anteprima, che offre un assaggio dei tanti temi affrontati dall’ex conduttrice, showgirl e musa.

Da Bowie a Dalì, Amanda Lear si confessa

 

Rehearsing..

Un post condiviso da Amanda Lear (@amanda.lear) in data:

Nel corso degli ultimi anni il mondo della musica ha dovuto dire addio a molti grandi artisti. Nessuno potrà mai dimenticare la grandezza di Prince, così come il talento immenso di David Bowie: “Era tenero con me, attraente e intelligente. Un artista vero e grande, ma allo stesso tempo un uomo molto tormentato. È stato il primo a credere davvero in me, in quanto artista. Fu lui infatti a pagare le mie prime lezioni di canto”.

Tante le curiosità offerte a Costanzo dalla Lear: “Si truccava, anche più di me. Il vero problema degli uomini che si truccano, è che poi di notte non si struccano. In pratica mi sporcava puntualmente il cuscino di fondotinta”.

Di Amanda Lear si è spesso parlato come di una figura ambigua, e anche di questo ha deciso di parlare nel corso di questa lunga intervista: “Si parla di ambiguità quando la gente fa fatica a capire chi sei o cosa sei. L’immagina di me che ho sempre dato è quella di una donna aggressiva, anche un po’ maschile nel mio atteggiamento. A questo punto la gente pensava che in fondo una donna non dovrebbe comportarsi così. Di conseguenza hanno iniziato a dire che non ero una donna vera, mentre oggi tutte sono come me”.

Impossibile non parlare di Dalì e del suo ruolo all’interno del matrimonio dell’artista: “Ho capito d’essere innamorata quando sua moglie disse ‘se lei vuole il mio posto, questa è la mia stanza’”.