Home Attualità

Bollo auto 2018: hai i requisiti per esenzioni o agevolazioni?

CONDIVIDI
iStock Photo

Un tempo era nota come “tassa di circolazione”, in realtà però si è da sempre trattato di una vera e propria imposta sul bene posseduto: il bollo auto è una di quelle spese a cui, in poche parole, ci siamo arrese da tempo e che annualmente elargiamo senza porci più troppe domande.

Sbagliato? Forse sì, soprattutto tenendo conto che alune recenti iniziative legislative potrebbero aver leggermente cambiato le carte in tavola.

Stiamo parlando di una sentenza nella regione Piemonte che ha sancito l’esenzione dal bollo per i veicoli ibridi con una potenza al di sotto dei 100KW. In particolare chi possiede un veicolo ibrido, immatricolato per esempio a maggio del 2015, dovrà pagare il bollo per i mesi di aprile 2016, 2017 e 2018, ma sarà esente per il 2019 e 2020. Di contro, un veicolo ibrido con meno di 100 KW immatricolato a dicembre del 2017 invece beneficerà di esenzione.

Ma le esenzioni non finiscono qui. Sono esentati anche i disabili, in particolare cloro affetti da disabilità che riducono le capacità motorie dell’uomo, indipendentemente dalla gravità di esse. Chi è in possesso della legge 104 non dovrà dnque pagare il bollo per i veicoli usati dai disabili o di chi fa loro le veci, ovvero un familiare che presta cure al proprio caro invalido.

Su quest’ultimo punto occorre però tener conto di una serie di dettagli importanti. Essenziale è infatit che la vettura sia intestata alla persona affetta da disabilità o, ina lternativa, anche a un familiare che si occupa dei suoi spostamenti, solo a patto peòr che il disabile abbia cumulato un reddito annuo pari o inferiore ai 2840,51 euro. Specifichiamo che non rientrano in questa fascia i pensionati sociali o le pensioni erogate a ciechi, sordi e invalidi civili.

Come ottenere l’esenzione? Occorre presentare i documenti necessari  90 giorni prima della scadenza del bollo auto solamente per il primo anno di richiesta, poiché la cosa verrà automaticamente rinnovata per i successivi. All’atto di prsentazione della domanda occorrerà avere con sé fotocopia della patente speciale, fotocopia della carta di circolazione e 2 copie della propria carta d’identità, o documento di riconoscimento.

Ricordiamo infine che osno come sempre esenti dal bollo anche la auto storiche, di età pari o superiore ai 30 anni. Hanno invece tassi agevolati le auto GPL, e quelle a metano o elettriche dopo i primi 5 anni di totale esenzione.