Home Maternità

Bambini e Babbo Natale: bugia o verità?

CONDIVIDI

Tutti noi da bambini abbiamo creduto a Babbo Natale, questo signore dal volto bonario, vestito di rosso, che porta doni ai bambini buoni.

E’ arrivato poi quel momento in cui abbiamo saputo che in realtà era solo una fantasia; per alcuni è stata una brutta notizia, altri l’hanno accettata  con più filosofia.

QUANTO E QUANDO E’ GIUSTO RACCONTARE LA VERITA’  SULL’ESISTENZA DI BABBO NATALE AI NOSTRI BAMBINI?

babbo-natale

Oggi da genitori ci chiediamo prima di tutto se è giusto raccontare questa “bugia” ai nostri bimbi.

Vi rispondiamo senza pensarci due volte: SI! E’ giusto raccontare una piccola bugia ai nostri bambini, perché hanno bisogno di credere al fantastico, meraviglioso, a i draghi e alle fate, a i super eroi.

L’immaginario li protegge dalla realtà del mondo esterno, a volte troppo dura e incomprensibile per le loro testoline.

Se ci pensiamo bene anche quando leggiamo una fiaba ai nostri figli è pura fantasia, ma non stiamo lì a dire che non è vero nulla.

Sappiate anche che per loro non è affatto difficile credere a questo omone, che vive nel polo nord, viaggia nel cielo con la sua slitta e che, magicamente, riesce a portare, in una sola notte, i doni a tutti i bambini del mondo.

Certo, a tutti sarà capitato di andare in un centro commerciale e trovare un “finto” Babbo Natale , in questo caso dobbiamo essere sinceri : sono persone travestite e il vero Babbo scende solo di notte quando tutti dormono.

La seconda domanda  è quella che ci mette più in crisi: qual è l’età giusta per dire la verità ai nostri figli?

Si possono verificare diverse situazioni che ci spingeranno a dire la realtà  o meno:

  1. un adulto erroneamente dice al bimbo piccolo che Babbo Natale non esiste, sicuramente il bambino sarà triste, allora in quel caso dobbiamo rassicurarlo dicendo che  alcune persone non ci credono, ma noi genitori si! Per lui sarà fondamentale avere la certezza che mamma e papà credono al loro simpatico e buon omone vestito di rosso
  2. l’altra situazione riguarda i 5/6 anni quando già un bambino inizia ad avere i primi dubbi, allora dobbiamo dirgli la verità anche se ci rimarrà male, ma meglio che farlo sentire stupido o preso in giro proprio da noi.
  3. in ultimo arrivato a più di 6 anni  , se nostro figlio ancora crede a Babbo Natale siamo obbligati a dirgli la verità perché potrebbe rischiare di essere deriso dai suoi compagni.

Il consiglio è quello di raccontare la verità parlandogli sempre della nostra esperienza, di quanto ci ha fatto sognare e di come, con molta naturalezza, abbiamo saputo e accettato la verità.

La Fantasia è la cosa più belle che i nostri bambini hanno… non tocchiamola, non priviamoli di questa fortuna, anzi, qualche volta prendiamola in prestito e crediamo di nuovo al nostro caro Babbo Natale!

Ducci Daniela