Apre il computer della nonna: quello che trova lascia a bocca aperta!

Aprire il computer di tua nonna, andare on line e scoprire quanto può essere toccante la semplice gentilezza. E’ successo a un ragazzo di nome Ben.

schermata-2016-09-29-alle-11-25-04La nonna più cordiale di Google

La signora May Ashworth, casse 1930, segue un corso per l’utilizzo del computer ma, nonostante la volontà di aprirsi ai costumi del nuovo secolo, non dimentica mai le buone abitudini tipiche della propria generazione.

“Grazie” e “perfavore”, restano per lei parole importanti, quasi indispensabili, soprattutto quando si chiede aiuto. Ecco perché quando il suo nipotino Ben ha preso in prestito il portatile della nonna ha trovato questa come ultima ricerca su Google:

Perfavore traduca questi numeri romani MCMXCVIII grazie

Come ha spiegato il nipote, la signora è infatti convinta che una persona reale si celi dietro la casella di ricerca di Google e così utilizza la cortesia a lei consueta per domandare supporto durante na ricerca.

Ben ha condiviso la tenera scoperta su Twitter, ricevendo in poco tempo migliaia di commenti e condivisioni. Tra questi c’era anche quello del signor Google:

Cara nonna di Ben. Speriamo tu stia bene. In un mondo di miliardi di ricerche, le tue ci fanno sorridere. Ah, è comunque il numero è 1998

Sul profilo del motore di ricerca è stato poi condivisa la storia della signora Ashworth con il commento “Cara nonna, i grazie non servono”. A noi però questi “grazie” piacciono tanto e speriamo sinceramente che le buone maniere di questa signora diventino virali almeno quanto la sua tenera tecica di ricerca.

 

Da leggere