Home Maternità

La pancia dopo il parto, un fardello di cui ci possiamo sbarazzare del tutto (o quasi)!

CONDIVIDI

La pancia dopo il parto, già! Dopo il parto sembriamo ancora ‘incinte’ e solo col passare dei giorni e delle settimane il gonfiore inizia a diminuire. E’ del tutto normale, poiché i tessuti e i muscoli della pancia sono ancora rilassati e la pelle appare priva di tono. Ad un certo punto, come ovvio che sia, ci rendiamo conto che quel gonfiore non passerà da solo, ma che ci vuole tanta buona volontà per far tornare la pancia alla normalità o quasi!

La pancia dopo il parto, alcuni consigli per rimetterla a posto!

Pancia dopo parto2

  • Gli esperti consigliano di indossare la panciera a patto che sia un modello che sostenga senza costringere. Deve essere in tessuto elastico e con fasce laterali regolabili, deve aiutare i rapporti muscolo-tendineo-legamentosi della pancia e scaricare il pavimento pelvico dall’eccesivo peso dei visceri addominali. La panciera è consigliata soprattutto dopo un parto cesareo, poiché aiuta a rendere i movimenti più agevoli, che sono resi difficili dai punti di sutura. Compensa anche le alterazioni posturali che la colonna si ritrova dopo nove mesi di gravidanza. Può prevenire il mal di schiena e aiuta ad assumere una postura corretta. E’ bene indossarla solo per una decina di giorni dopo il parto e solo quando si sta in piedi e va tolta assolutamente prima di andare a dormire.
  • Fare degli esercizi in casa, ma non subito dopo il parto. Devono passare almeno due settimane prima di iniziare a fare degli esercizi specifici per la tonificazione degli addominali. L’attività fisica dolce può essere praticata soltanto se si è fatta la verifica e si è avuta la conferma che la diastasi dei retti addominali che non è altro che la separazione degli addominali che avviene normalmente durante la gravidanza, si sia parzialmente richiusa. Se così non fosse, allora bisogna aspettare ancora qualche settimana prima di iniziare la ginnastica. Oltre a quest’ultima, c’è un’attività fisica moderata ma costante da praticare. Una semplice passeggiata quotidiana di circa 30 minuti, ottima anche con bebè nella carrozzina. Questo migliora la tonicità muscolare e contribuisce a smaltire qualche chilo di troppo preso durante la gravidanza.
  • Come in tutte le cose ciò che conta è l’alimentazione e non stiamo parlando di dieta, ma soltanto di contenere l’uso del sale e di non ingerire cibi elaborati. Questo vale soprattutto per le mamme che hanno optato per l’allattamento al seno. Non è opportuno attenersi a diete drastiche pur di ridurre la pancia dopo il parto, ma si tratta di avere un’alimentazione equilibrata composta da cibi semplici e facili da digerire. I consigli utili sono:
    • poco sale, poiché un uso eccessivo provoca ritenzione di liquidi e di conseguenza gonfiori;
    • mangiare frutta preferibilmente lontano dai pasti;
    • evitare cibi e cotture troppo elaborati;
    • consumare cereali non raffinati e verdura per combattere un’eventuale stitichezza;
    • masticare lentamente per favorire la digestione.
  • Utilizzate una crema elasticizzante. La pelle può apparire secca e molle, per aiutarla a ritornare allo stato prima della gravidanza, potrete utilizzare una crema elasticizzante e rassodante, che sia ricca di elastina, collagene e principi attivi antismagliature, come ad esempio acido boswelico e rosa mosqueta. Questa crema si può usare in alternanza con un olio di mandorle dolci o di jojoba. Gli accumuli adiposi possono essere contrastati utilizzando dei cosmetici specifici per pancia e fianchi, contenenti alghe marine e fitoestratti. Ovviamente, se allattate verificate prima che non ci siano controindicazioni.

Fonte: nostrofiglio.it

FITNESS PER NEOMAMME – VIDEO DI NOSTROFIGLIO.IT