Home Dieta e Alimentazione

Troppi pochi grassi non aiutano a dimagrire

CONDIVIDI

Nelle diete solitamente viene indicato di consumare pochi grassi. Ora però un nuovo studio avverte che un consumo eccessivamente basso di grasso nell’alimentazione non aiuta a dimagrire. Tutti i particolari da CheDonna.it.

(iStock)
(iStock)

Troppi grassi nella dieta non vanno bene, ma nemmeno troppo pochi. E’ l’ultimo avvertimento che ci viene da due organizzazioni nazionali britanniche specializzate in salute e alimentazione, il National Obesity Forum e il Public Health Collaboration. Secondo gli esperti di questi enti le diete con un contenuto troppo basso di grassi non solo non aiutano a dimagrire ma addirittura possono fare molto male alla salute, perfino con “effetti devastanti”.

Le due associazioni britanniche hanno redatto un rapporto in cui criticano le linee guida anti obesità del governo del Regno Unito. In particolare secondo le due associazioni è preferibile consumare carne, pesce e latticini di qualità, rispetto ai cibi “senza grassi” e agli snack cosiddetti dietetici, che in realtà non farebbero per niente bene alla salute anche perché spesso, pur privi di grassi, sono in realtà pieni di zucchero.

Una tesi condivisibile, quanti prodotti troviamo nei negozi e supermercati che si spacciano come “light” ma poi in realtà di dietetico hanno ben poco? E magari sono piene di sostanze, come additivi di ogni specie che servono per dare sapore ma non sono affatto salutari?

Ecco perché il monito delle due associazioni britanniche sembra quanto mai attuale e pertinente.

Anche pochi grassi fanno male alla salute

Il National Obesity Forum e il Public Health Collaboration hanno condotto uno studio in cui viene dimostrato che i grassi saturi non causano problemi di cuore e che il latte e i suoi derivati, come lo yogurt e il formaggio, possono addirittura proteggere l’apparato cardiovascolare. Inoltre viene contestato anche il mito in base al quale per compensare una dieta scorretta sia sufficiente l’attività fisica. Invece sul banco degli imputati ci finisce soprattutto lo zucchero, considerato il vero ‘nemico’ degli obesi.

Che dire sembrano obiezioni molto convincenti, pensiamo solo al rischio che possono correre le donne in età fertile con una dieta troppo povera di grassi: la prima conseguenza è la scomparsa del ciclo mestruale. Pensiamo poi alla giusta osservazione che se mangiamo male, non basta uscire di casa e andare a correre. Infatti, se lo sport ci aiuta a bruciare e smaltire, assumere troppo spesso e in gran quantità alimenti non salutari ci fa comunque male, anche se non ingrassiamo.