Home Attualità

Uomini che danno alle donne spiegazioni non richieste? Ecco come farli tacere!

CONDIVIDI

Chi di voi non si è imbattuta in uomini un po’ troppo saccenti che spesso ritengono di doverci dare spiegazioni non richieste? Una donna geniale ha trovato il modo per metterli a tacere. I particolari da CheDonna.it per la sezione attualità.

(Thinkstock)
(Thinkstock)

Spesso, purtroppo, le donne vengono sottovalutate e gli uomini ritengono di dover spiegare loro situazioni e circostanze, anche quando in realtà non ce n’è alcun bisogno. Si tratta di un atteggiamento paternalistico piuttosto fastidioso e irritante contro il quale una geniale ragazza americana ha trovato una soluzione.

Imbattutasi in uomo che aveva ritenuto di doverle spiegare la differenza fra i numeri civici ascendenti e discendenti, come se non ci arrivasse da sola, Elle Armageddon, questo il nome sui social network di una 30eenn californiana, ha pensato bene di stilare un diagramma di flusso che illumini gli uomini convinti di sapere tutto e di dover dare spiegazioni anche quando non richieste, per metterli infine a tacere. La storia è stata raccontata dall’Huffington Post Usa.

Elle, a seguito del suo incontro con l’uomo saccente, ha scritto su un foglio il diagramma con le domande e le risposte e lo ha pubblicato su twitter, ricevendo in cambio migliaia di commenti e retweet. La storia è così finita sull’Huffington Post.

Il diagramma si rivolge direttamente agli uomini e serve per dare loro dei consigli su come fare per “spiegare una cosa a una donna”. Eccolo

diagramma_flussoLa prima domanda che viene rivolta è: “Sei un esperto o almeno sei ben informato?”, sottinteso sull’argomento di cui stai parlando. In caso di risposta negativa, la freccia del diagramma indica in direzione di un maiuscolo “SHHH”, ovvero stai zitto, in caso di risposta positiva viene posta la domanda: “Te l’ha chiesto?”, se la risposta è sì, la freccia conduce alla casella “ok, vai avanti”, se è no, viene posta un’altra domanda: “Sei il suo tutor, insegnante o persona responsabile per la sua educazione?”, in caso di no “smettila di parlare”, se sì “lei conosce già quello che stai per dire?”, se no “spiegaglielo”, se sì “silenzio!”, se non lo sai “chiediglielo”.

Un diagramma molto utile e divertente, provate anche voi!