Home Salute e Benessere

Tumore al seno: nuove scoperte da esame del sangue

CONDIVIDI

Nuove scoperte sulla prevenzione del tumore al seno.

seno

Non solo nuovi studi hanno scoperto altri fattori genetici di rischio, ora sarà anche possibile accertare attraverso un esame del sangue se il tumore al seno già curato ritornerà. I dettagli da CheDonna.it.

Nuove scoperte sul tumore al seno

Uno studio dell’Institute of Cancer Research di Londra ha messo a punto un test del sangue che consente di stabilire se il tumore al seno ritornerà in pazienti già curate per questa patologia. La recidiva è infatti abbastanza comune ed è quindi importante prevenire o diagnosticare il tumore per tempo. Questo esame del sangue permette di accertare il ritorno del cancro prima ancora che venga individuato dagli altri esami medici, con un anticipo di ben 8 mesi. Un tempo cruciale se si vuole prendere la malattia in tempo.

I ricercatori dell’istituto londinese hanno effettuato il loro studio su 55 pazienti a forte rischio di recidiva, analizzando il DNA mutato del tumore e continuando a cercare le mutazioni nel sangue. Su 15 pazienti che avevano avuto una recidiva, il test del sangue è riuscito a prevederla in 12 casi. Nelle altre tre pazienti, invece, il cancro aveva raggiunto il cervello, dove la protezione della barriera emato-encefalica sembra aver impedito ai frammenti di Dna tumorali di entrare in circolo nel sangue. Lo studio è stato pubblicato su Science Translational Medicine.

Una scoperta molto importante anche se, come spiegano gli stessi ricercatori, è ancora presto per dimostrare la corretta efficacia del test e poterlo impiegare normalmente negli ospedali.

L’esame del sangue per una diagnosi sempre più accurata dei tumori, non solo di quello al seno, è la strada maestra per una lotta sempre più efficace contro queste patologie e una prevenzione più accurata.