Attentato al consolato italiano al Cairo: la rivendicazione dell’Isis

La rivendicazione dell’attentato si sabato mattina al Cairo contro il consolato italiano.

Isis (TAUSEEF MUSTAFA/AFP/Getty Images)
Isis (TAUSEEF MUSTAFA/AFP/Getty Images)

L‘attentato con l’esplosione di un’autobomba sabato mattina al Cairo, davanti agli uffici del consolato italiano è stato rivendicato dall’Isis, il gruppo di terroristi fondamentalisti del sedicente Stato Islamico. I particolari da CheDonna.it.

Rivendicazione dell’attentato al consolato italiano al Cairo

L’esplosione dell’autobomba sabato mattina intorno alle 6.30, davanti alla sede del consolato italiano, che ha ucciso una persona e ne ha ferite altre nove, è stato rivendicato su twitter da un gruppo ritenuto vicino all’Isis. “Grazie alla benedizione di Allah i soldati dello Stato Islamico hanno fatto esplodere 450 kg di esplosivo piazzati dentro una macchina parcheggiata davanti al Consolato italiano al Cairo”, è stato scritto su twitter, stando a quanto riferito da Site. Una rivendicazione che è comunque da verificare.

Al momento dell’esplosione il consolato era chiuso e non ci sono state vittime italiane. Il morto e i feriti sono egiziani, tra agenti di polizia e passanti. L’esplosione è stata molto forte e la facciata dell’edificio è andata distrutta. Se all’interno ci fossero state delle persone, il bilancio sarebbe stato molto più grave. Sono rimaste danneggiate anche alcune abitazioni vicine. Il consolato si trova nella centrale Galaa Street.

I terroristi che hanno rivendicato l’attentato hanno annunciato altri attacchi. Si tratta della prima volta che una sede diplomatica di un Paese straniero viene colpita nella capitale egiziana. Un chiaro segnale dimostrativo da parte dei terroristi. Il Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni aveva dichiarato subito dopo il fatto che “L’Italia non si fa intimidire”. Il premier Renzi aveva avuto un colloquio telefonico con il presidente egiziano Al-Sisi nel quale entrambi avevano ribadito l’impegno comune contro il terrorismo.

Il Ministro Gentiloni arriverà al Cairo per incontrare le autorità egiziane.

Da leggere