Laura Antonelli, trovato un biglietto con le sue volontà

Dopo la morte improvvisa che ha colpito l’attrice Laura Antonelli, ritrovata stroncata da un infarto a 74 anni nella sua casa di Ladispoli, vicino Roma, l’assessore ai servizi sociali della cittadina Roberto Ussia,  parla di un biglietto ritrovato in casa, in cui l’attrice detta le sue volontà in caso di morte.

laura antonelli

Laura Antonelli dal 2009 era sotto la tutela dei sorvizi sociali del comune di Ladispoli perchè interdetta. I suoi tutori erano il sindaco di Ladispoli Crescenzio Palliotta e il suo avvocato Mario Paggi. Nel biglietto Laura Antonelli ha indicato le uniche persone che avrebbe voluto fossero avvisate in caso di morte, le uniche che le sono restate vicine nel periodo della sua incolmabile solitudine che l’ha vista lasciare questa vita senza una mano che la tenesse stretta.

Lino Banfi e Claudia Koll, gli unici amici che le sono stati vicini

Nel biglietto Laura Antonelli, chide di avvisare della sua morte il fratello Claudio, che vive in Canada, il suo amico l’attore Lino Banfi, l’attrice Claudia Koll e un sacerdote di Ladispoli.

Le esequie saranno celebrate non prima di giovedì per permettere al fratello di giungere in Italia.

Da leggere