Home Attualità

Adolescenti sempre più propensi alla medicina e chirurgia estetica …

CONDIVIDI

Mentre nel settore della moda la nuova tendenza è quella di combattere le discriminazioni fisiche e l’ideale della perfezione del corpo, la nuova generazione di adolescenti non pare essere influenzata da questo fenomeno e al contrario è sempre più propensa a fare ricorso ad interventi di medicina plastica.

Teenagers use cell phones after school time in Vaasa on March 30, 2010.   AFP PHOTO OLIVIER MORIN. (Photo credit should read OLIVIER MORIN/AFP/Getty Images)

E’ quanto emerge dai dati della Società italiana di medicina estetica (Sime) in occasione del suo 36° Congresso nazionale, da un’indagine condotta su un campione di 2265 adolescenti, di cui il 38,9% maschi e il 61,1% femmine, tra i 13 e i 18 anni.

Risultato? Un adolescente su due, ovvero il 49,2%, si dice pronto a fare un intervento di medicina estetica. Una situazione che preoccupa gli esperti i quali invitano ad una riflessione sul fenomeno affinché i giovani siano protetti da interventi inopportuni. L’indagine impone che vi sia una maggiore sensibilizzazione ed educazione dei giovani per fare in modo che accettino il loro corpo. Quella della chirurgia estetica sembrava essere una moda che stava lentamente tramontando. Al contrario, la nostra società dell’immagine regna più che mai sul sistema e i suoi modelli diventano dei riferimenti per i giovani che desiderio modificare il proprio corpo per somigliare a quell’ideale reale.

Modelli di riferimento

Il malessere fisico e l’insicurezza porta a proiettare i desideri di perfezioni su modelli di riferimento che rispecchiano i canoni di bellezza contemporanea. Tra questi per il 75% dei giovani si tratta di personaggi dello spettacolo mentre per il 25% amici o membri della famiglia. La Sime ha evidenziato che l’idea di avere un modello a cui somigliare, “toglie forza alla centralità dell’io e consapevolezza di sé e delle proprie caratteristiche individuali”.

Tra le cause che portano un adolescente a desiderare un intervento spicca al primo posto la percezione di sé, accompagnata dal senso di insoddisfazione corporea per il 78% delle ragazze e il 54% dei maschi.

Tipologie di interventi

Il 17,7% degli adolescenti ricorrerebbe alla chirurgia estetica per migliorare il proprio corpo, mentre il 15,8% delle ragazze e il 3,3% dei maschi ha già fatto ricorso della medicina estetica per curare imperfezioni fisiche che derivano dalla pubertà come l’acne, ridurre i peli superflui o le smagliature e alla chirurgia plastica per correggere difetti più marcati come al naso, le orecchie o al seno. Interventi che sono stati effettuati stranamente più dai maschi (5,3%) che dalle femmine (1,9%) ,

Per quanto riguarda la cerchia di amici e della famiglia, il 14,6% dei ragazzi dichiara che qualche familiare si è già sottoposto ad un intervento di medicina estetica mentre il dato più preoccupante deriva dal fatto che il 12,6% degli adolescenti intervistati ammette che sarebbero stati i loro familiari a suggerire un intervento.

Rispetto alle richieste di trattamenti,  nel 57% dei casi sono mirati a curare l’acne, nel 16% le smagliature, che sottolineano gli esperti, spesso provocate dal body building, nel 12% i peli e nel 15% per curare la cellulite.