Home Attualità

LIBRI: Gli eventi Rizzoli, Bur e Fabbri Editori al Salone di Torino

CONDIVIDI

foto-1Oggi, CheDonna, per la categoria Libri e in occasione della 28esima edizione del Salone internazionale del Libro di Torino, vi segnala gli eventi Rizzoli, Bur e Fabbri Editori in programma da venerdì 15 a lunedì 18 maggio.

VENERDÌ 15 MAGGIO

Linguista rigoroso e appassionato, nel suo ultimo lavoro, L’italiano in 100 parole, Gian Luigi Beccaria ci guida attraverso le 100 parole, divertenti o oscure, indispensabili o fantasiose, che hanno fatto dell’italiano e degli italiani quello che sono oggi. Ogni capitolo una parola, ogni parola il pretesto per una storia che, in qualche modo, ci riguarda. L’autore ne parla con Giorgio Ficara e Luca Mastrantonio alle ore 10.30 in Sala Azzurra.

Nell’anno del centenario della Prima guerra mondiale, Guido Sgardoli, premio Andersen 2009 come miglior autore italiano di narrativa per ragazzi, ci racconta nel suo ultimo libro, Il giorno degli eroi, la storia di Silvio, il giovanissimo e coraggioso soldato che non vuole più uccidere. All’incontro con l’autore, condotto da Beatrice Masini e Eros Miari all’Arena Bookstock alle ore 10.30, intervengono Chiara Carminati, Luisa Mattia e Massimo Birattari.

Paolo Nori torna a scrivere per i ragazzi consegnandoci un divertente romanzo, La bambina fulminante, con protagonista la piccola Ada, che ha il potere speciale che, quando tira gli accidenti in rima a qualcuno, questi si avverano. Un libro in cui si ritrova la strabiliante lingua di Nori, con mille e più consigli letterari disseminati nel testo e le divertenti illustrazioni di Andrea Cavallini. All’incontro con l’autore, alle 11.30 allo Spazio Book, interviene Alessandro Bonino.

Notizie che non lo erano. Perché certe storie sono troppo belle per essere vere è la raccolta, tanto divertente quanto preoccupante, di tutte le balle giornalistiche che ci tocca leggere ogni giorno, dal mullah Omar morto più volte al complotto per uccidere il presidente Obama. A raccontarcele, con l’intento di aiutarci ad affinare la nobile arte del sospetto, è il direttore de “Il Post”, Luca Sofri, alle 13.30 allo Spazio Ibs.it. Intervengono Concita De Gregorio e Gianluigi Ricuperati.

Dopo Per questo mi chiamo Giovanni, ovvero Giovanni Falcone e la mafia raccontata per la prima volta ai ragazzi, Luigi Garlando costruisce per i più giovani un altro racconto emozionante, L’estate che conobbi il Che, attorno a una delle figure più vive della lotta per la libertà: Che Guevara. A conversare con l’autore, alle 14.30 all’Arena Bookstock, Viviana Mazza e Eros Miari.

Raffaele Cantone è presidente dell’Autorità anticorruzione, la prima struttura creata nel nostro Paese per affrontare uno dei più antichi problemi nazionali. Il male italiano. Liberarsi dalla corruzione per cambiare il Paese è il libro che ha appena scritto con Gianluca Di Feo, giornalista che dal 1992 si occupa degli scandali delle tangenti. Gli autori ne discutono insieme a Paolo Mieli alle 16 in Sala Gialla.

Con La masseria delle allodole aveva richiamato l’attenzione su uno dei più tragici fatti del Novecento: il genocidio degli armeni del 24 aprile 1915. Sono passati cent’anni e Antonia Arslan torna a ricordarci l’importanza della memoria collettiva raccontandoci la storia della sua famiglia nel nuovo romanzo ambientato a Padova tra il 1945 e il 1968, Il rumore delle perle di legno, capitolo conclusivo della trilogia dedicata a queste cupe pagine di storia. All’incontro con l’autrice, alle 17 al Caffè letterario, interviene Pierluigi Battista.

Tra suspense e ironia, Marco Malvaldi incrocia lanci, tiri e salti impossibili delle star sportive con le leggi della fisica e della psicologia cognitiva nel suo ultimo libro, Le regole del gioco. Storie di sport e altre scienze inesatte, che presenta alle 18.30 in Sala Azzurra. Interviene Flavio Oreglio.

Il primo romanzo di Andrea Scanzi s’intitola La vita è un ballo fuori tempo e ha come protagonista un giornalista di provincia, quarantenne e innamorato di una donna che da sei anni lo tormenta con la sua indifferenza. Il suo cane mangia crocchette all’alchermes e il Paese in cui vive è il nostro, quell’Italia che conosciamo fin troppo bene in tutte le sue disillusioni e speranze mal riposte. Intervengono all’incontro, alle 19 allo Spazio Ibs.it, Silvia Truzzi e Carlo Freccero.

Dai cavalcavia di cemento al palco dell’Alcatraz di Milano, dal parchetto di Desio ai dischi di platino. Emiliano Giambelli diventa Emis Killa e ci racconta il suo sogno divenuto realtà in Bus323. Viaggio di sola andata, che presenta insieme a Gianni Poglio alle 19.30 all’Arena Bookstock.

SABATO 16 MAGGIO

Migliaia, milioni, miliardi. A guidarci alla scoperta del fascino e del significato profondo dei numeri è Piergiorgio Odifreddi, che alle 11 in Sala Gialla parla del suo ultimo lavoro, Il museo dei numeri. Da zero verso l’infinito, storie dal mondo della matematica. Intervengono Piero Bianucci, Umberto Bottazzini e Gabriele Lolli.

Dal racconto di un’efferata violenza, è un messaggio di speranza per tutte le donne quello che Lucia Annibali ha voluto lanciare con il suo libro, Io ci sono. La mia storia di non amore, scritto con la giornalista Giusi Fasano. Le autrici incontreranno il pubblico insieme a Stefanella Campana alle 12 all’Arena Piemonte.

Le meraviglie d’Italia è il tema della 28esima edizione del Salone internazionale del Libro di Torino e della lectio magistralis che Philippe Daverio terrà alle 12.30 all’Auditorium, illustrandoci il Novecento attraverso assonanze e migrazioni, incontri reali o fantastici fra opere e artisti, protagonisti de Il secolo spezzato delle Avanguardie.

Alle 14 all’Auditorium Alberto Angela ci guida in un viaggio nel tempo, nelle ore appena precedenti e successive all’eruzione del 79 dopo Cristo, che dà il titolo al suo ultimo libro, I tre giorni di Pompei, ricostruzione minuziosa di una catastrofe dalle dimensioni storiche che svela verità sorprendenti.

Tra le voci più autorevoli della spiritualità contemporanea, Enzo Bianchi, fondatore della Comunità monastica di Bose, sceglie quattro tra le parabole più note del Vangelo di Luca per proporci una riflessione sul valore della parola e dell’amore di Cristo nel suo nuovo libro, Raccontare l’amore, che l’autore presenterà, insieme a Umberto Galimberti, alle 15.30 all’Auditorium.

Con le sue tavole ha sbaragliato i confini del fumetto: un’opera fondamentale, Qui (Here il titolo originale) che, dalla prospettiva fissa dell’angolo di un salotto, ci trasporta lungo la storia di un luogo e di ciò che vi è accaduto nel corso di centinaia di migliaia di anni. In compagnia di Tiziana Lo Porto e Walter Siti, Richard McGuire presenterà la sua opera alle 15.30 all’Arena Bookstock.

Può la politica influenzare l’arte? Luca Beatrice, autore di Nati sotto il Biscione. L’arte ai tempi di Silvio Berlusconi, ci mostra opere paradossali e mediatiche nell’epoca del secondo ventennio, alle 16 a Spazio Incontri. Interviene Pierluigi Battista.

Per la nuova collana Bur dei Grandi classici riscritti, Guido Davico Bonino presenta La mandragola di Niccolò Machiavelli, alle ore 16 in Sala Workshop. Interviene Federica Magro.

Alla ricerca del gusto. Il viaggio gastronomico di un uomo innamorato della cucina è la storia d’amore e di passione del vincitore della quarta edizione di MasterChef Italia, Stefano Callegaro, che incontrerà il pubblico di Torino alle 19 alla Casa Cookbook.

L’ultimo romanzo di Franco Di Mare, Il caffè dei Miracoli, è un’esilarante commedia all’italiana dove l’esposizione pubblica di un’opera di Botero e un coro formidabile di furbizie e rivalità, di voltafaccia e colpi di genio strappano sorrisi e turbamenti. L’autore incontrerà il pubblico alle 19 al Caffè letterario. Interviene Walter Veltroni.

Possa il mio sangue servire sono le ultime parole che il capitano d’artiglieria Franco Balbis, unitosi ai partigiani, scrisse ai genitori poco prima di essere fucilato dai fascisti. Il capitano Balbis è uno dei tanti “resistenti” a cui Aldo Cazzullo dedica il suo nuovo libro, che ci conduce al cuore della Resistenza attraverso i racconti dei partigiani e di quanti dissero no a nazisti e fascisti: un coro commovente di voci e di testimonianze – quelle dei militari e dei carabinieri, delle suore e degli ebrei, degli alpini, degli internati in Germania – che celebra la memoria delle tante vicende familiari e intime che hanno fatto dell’Italia un paese libero. L’incontro con l’autore è alle 21 in Sala Azzurra. Letture di Marianna Jensen e Valter Malosti.

È la storia aspra di una vendetta di una donna contro un’altra donna, di violenza di donne contro donne che scuote e che segna le pagine e i lettori con una scrittura incisiva e una lingua asciutta. Segnalato dal Premio Calvino, Le piene di grazia è il romanzo d’esordio di Carmen Totaro, allo Spazio Incontri alle 21. Conducono Maria Teresa Carbone e Paolo Di Paolo.

DOMENICA 17 MAGGIO

Ne Il califfato del terrore Maurizio Molinari analizza l’universo al-Baghdadi che ha cambiato i connotati al Medio Oriente e che sta minacciando l’Europa alle radici della democrazia e della libertà. Un libro fondamentale che, ripercorrendo la genesi e la geografia di un’ideologia religiosa totalitaria, aiuta a capire appieno l’attualità del terrore. L’autore ne parla con Khaled Fouad Allam, Jordan Foresi e Domenico Quirico alle 10.30 in Sala Rossa. Conduce Francesca Paci.

Le sorelle dei poveri è il racconto di un modello femminile di carità che Suor Giuliana Galli ci propone attraverso la storia delle “figlie” di San Giuseppe Benedetto Cottolengo, donne da sempre dedite ai più bisognosi secondo il motto del fondatore: “Caritas Christi urget nos”. L’autrice conversa con Mariachiara Giorda alle 11.30 all’Arena Bookstock.

C’è l’Italia scoperta lentamente da chi la abita e quella scoperta da chi la conosce da viaggiatore straniero. E forse è proprio quel viaggiatore a portare nei secoli il contributo maggiore alla formazione della nostra immagine del Paese, come spiega Cesare De Seta ne L’Italia nello specchio del Grand Tour, alle 15 in Sala Blu, con Attilio Brilli e Carlo Grande.

Beppe Severgnini, giornalista, scrittore e autore di numerosi libri tra cui La vita è un viaggio, un atlante in venti capitoli per orientarci nell’Italia di oggi, alle 15 all’Arena Piemonte dialoga con il fondatore di Lonely Planet, Tony Wheeler.

È dedicato all’incisività artistica del graphic novel nel tratteggiare le biografie di uomini illustri l’incontro con Tuono Pettinato, fumettista tra i più seguiti in Italia, autore di Enigma. La strana vita di Alan Turing, e Silvia Rocchi, autrice de Il segreto di Majorana. Insieme a loro, Francesca Riccioni, laureata in fisica, blogger e coautrice dei due volumi Rizzoli Lizard. Alle 15.30 allo Spazio Book.

Sarà un dialogo gustosissimo tra due protagoniste indiscusse della cucina al femminile quello in programma all’Auditorium alle 15.30 in compagnia di Luca Bianchini, tra Antonella Clerici e Benedetta Parodi. Dedicato a chi vuole imparare a cucinare piatti facili e tradizionali senza rinunciare alla qualità, come insegnano Molto bene, l’ultima raccolta di ricette di Benedetta tratta dalla trasmissione che conduce ogni giorno con successo su Real Time, e La cucina di casa Clerici, l’ultimo manuale di Antonella che include le ricette dei fan della Prova del cuoco.

Mentre l’apertura di Expo 2015 ci richiama ai temi dell’alimentazione e della sostenibilità delle produzioni, Dario Bressanini, chimico, divulgatore e scrittore e la biotecnologa Beatrice Mautino ci aiutano a distinguere tra falsi allarmi e veri pericoli sui cibi che mangiamo in un volume, Contro natura. Dagli OGM al “bio”, falsi allarmi e verità nascoste del cibo che portiamo in tavola, che offre le coordinate per rintracciare la storia di ciò che mettiamo oggi nel piatto e per trovare le risposte ai tanti dubbi che ci assillano. Gli autori incontrano il pubblico al Caffè letterario alle 18; interviene Marco Cattaneo.

LUNEDÌ 18 MAGGIO

10, 100, 1000 sketch. Ovvero tutti i consigli e le dritte di Tuono Pettinato su come muovere i primi passi nel mondo del fumetto e dell’illustrazione. Alle 11.45 al Laboratorio Crossover.

Esibizionisti, individualisti, masochisti, fatalisti: tra crisi economica e caos politico un grande psichiatra, Vittorino Andreoli, mette gli italiani sul lettino, protagonisti del suo ultimo saggio, Ma siamo matti. Alle 12 in Sala Blu.

Silvia Rocchi e Francesca Riccioni tornano alle ore 13 al Laboratorio Crossover, questa volta per mettere alla prova il pubblico più giovane di Torino nel difficile compito di raccontare, con parole e immagini, la vita degli altri.