VASCO ROSSI SU FACEBOOK: Viva la satira quando è satira

VASCO ROSSI SI SFOGA SUL FACEBOOK – Il rockettaro che ha fatto chiudere Nonciclopedia è di nuovo nel centro delle polemiche per questa sua battaglia che non è andata giù a molta gente. Infatti, sulla pagina facebook del cantante per tutta la notte arrivavano di continuo i commenti poco piacevoli nei suoi  confronti. Blasco si sente di essere dalla parte di ragione, e non dalla parte di chi ha torto, e non ha minima intenzione di rinunciare alla sua battaglia.  A tal proposito sale di nuovo sul suo palcoscenico preferito degli ultimi tempi: facebook. “Cosa pensiamo della libertà di espressione e altro lo testimonia l’esistenza di questo profilo per tutto quello che contiene, con il libero contributo di chiunque. Abbiamo chiesto ad anonimi gestori di un sito (secondo noi con contenuto diffamatorio) di rendere non anonimi i gestori e gli inserzionisti. La richiesta è stata considerata non ricevibile, la risposta è che il sito non può essere considerato responsabile dei contenuti anonimi diffusi.” Si legge sul suo profilo. 

“Viva la satira quando è satira.Ammonisce Rossi. “Il contenuto di Nonciclopedia non ha nulla che fare con la satira. Esistono per fortuna una discreta quantità di parodie e altro su Vasco create e diffuse, state pur certi anche per il nostro divertimento. Perciò, meditate o meglio: fate quel che vi pare!!” Dice il rocketaro. Intanto, la polemica non si placca. Sull’altra rete sociale, Twitter,  nella giornata di ieri Vasco Rossi è stato protagonista di uno degli hashtag più in vista, #VascoMerda. 

La pala ora passa alla legge. La partita sarà decisamente giocata sul limite tra satirà e diffamazione, tra una rete sociale e un vero tribunale dove decidere chi ha ragione e chi è nel torto. Vincerà la libertà di critica o quella della diffesa? 

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ CLICCA QUI! 

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI GOSSIP CLICCA QUI