Francesca Mozer, moglie Zucchero: “Mi lascia libero quando glielo chiedo”

Francesca Mozer è la moglie di Zucchero con cui ha avuto il figlio Adelmo Blue. “Tanti anni insieme, mi lascia libero quando glielo chiedo”.

francesca mozer
Foto Instagram

Francesca Mozer è la seconda moglie di Zucchero, all’anagrafe Adelmo Fornaciari. I due stanno insieme da tantissimo tempo e hanno un figlio, Adelmo Blue. Classe 1968, nata a Pietrasanta, in provincia di Lucca, ha un papà svizzero, Alfred René François e una mamma italiana, Nicoletta.

Francesca Mozer e Zucchero si sono innamorati nel 1992 e, da allora, non si sono più lasciati formando una splendida famiglia insieme, ma qual è il loro segreto? Pur essendo molto riservati e vivendo la propria vita lontano dalle luci dei riflettori, Zucchero ha parlato del loro rapporto in un’intervista rilasciata a Vanity Fair nel 2017.

Francesca Mozer, l’amore con Zucchero: “Mi segue quando le chiedo di seguirmi”

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesca Mozer (@francescamozer)

Quello tra Francesca Mozer e Zucchero è un amore grande e importante. Il segreto della loro unione è libertà. Ai microfoni di Vanity Fair, nel 2017, Adelmo Fornaciari, parlando del rapporto con Francesca, ha dichiarato:

“Stiamo insieme da tanti anni. Parla cinque lingue, le piace seguirmi quando le chiedo di seguirmi e mi lascia libero quando ho bisogno di essere lasciato libero. L’altra, la mia ex moglie, è stata molto crudele con me, ma per gelosia, una gelosia tremenda”.

Tra loro, inoltre, c’è anche la massima fiducia e, pur essendoci un pizzico di gelosia, è sicuramente quella forma sana di gelosia.

“Fa piacere a tutti essere desiderati, voluti. Ma noi ci siamo sposati giovanissimi, e questo spiega quasi tutto. Non avevamo soldi, arrivavo tardi a casa, raschiavo il buio, era un massacro. Eppure io avrei sopportato, non avrei mai sciolto la famiglia”.

Innamorato della donna che ha accanto, Francesca rappresenta anche la fonte d’ispirazione per Zucchero quando deve scrivere nuove canzoni.

“Certo! Diciamo che, se devo scrivere di un amore sofferto, non posso che pensare a lei. Uno deve pur prendere ispirazione da qualche parte”