Rassegna stampa 4 dicembre: i principali quotidiani italiani

La rassegna stampa di oggi, venerdì 4 dicembre. Ecco cosa titolano in prima pagina i principali quotidiani italiani. 

rassegna stampa 19 novembre
Adobe Stock

L’attenzione dei principali quotidiani italiani oggi è dedicata al nuovo Dpcm e alle restrizioni per le feste. Scontri tra Ministri e Pd sul divieto di spostamenti, soprattutto su quelli tra comuni nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno.

Ancora massima attenzione sul numero di morti, che nella giornata di ieri ha raggiunto il numero 993 e sull’evitare una terza ondata di Covid-19.

Negozi aperti fino alle 21.00 e programma di rimborso del 10% sulle spese natalizie per incentivare l’acquisto dei regali. Le scuole riapriranno dal 7 gennaio e il 75% dei liceali tornerà a fare didattica in presenza.

 

Rassegna stampa di oggi, venerdì 4 dicembre: le prime pagine dei principali quotidiani italiani

rassegna stampa
Adobe Stock

 

La Repubblica:

“Mille morti in un giorno “Serve un Natale Blindato”

Conte sul nuovo Dpcm : “Sacrifici per evitare la terza ondata”. Ieri il record di vittime dall’inizio dell’epidemia. Scontro tra ministri e nel Pd sul divieto di spostamenti. Dopo la Befana tornerà in classe il 75% dei liceali. 

Mes, avviso dal Quirinale: se cade il governo unica strada è il voto

La Stampa:

“Troppi morti, fermiamo la terza ondata” 

Libero Quotidiano:

Le conseguenze gravi del virus

“Il Covid da alla testa”

Vuoti di memoria, mente annebbiata, difficoltà di concentrazione, smarrimento e incapacità a svolgere azioni elementari: ecco i sintomi che si manifestano in chi ha superato l’infezione. 

Record di vittime: 993 in un giorno, Conte: “i risultati ci confortano” 

Il Fatto Quotidiano:

Tutte le misure Conte: “Dobbiamo evitare la terza ondata”

“993 morti in 24 ore ma regioni e Pd rompono”

Nuovo Dpcm dal 21.12 al 6.1 niente viaggi tra regioni e, nelle festività, tra comuni. Il 7 al via le scuole e sci. Bonus per il cash.

La Verità:

La doppia morale del ministro grillino

“Patuanelli vedeva “L’uomo nero” dei Benetton e lui trattava Alitalia con i vertici di Airfrance. 

e ancora:

Sciagura Giuseppi colpisce ancora 

“La Rivolta dei prigionieri di Conte” 

Ristoratori, operatori turistici e Regioni furibondi contro il dpcm che ammazza le feste. Persino Iv e 25 senatori democratici provano ad opporsi alle disposizioni più demenziali. Ma il premier tira dritto e punisce gli anziani impedendo gli spostamenti tra i comuni anche in zone gialle. Poi farfuglia sull’uso improprio della scorta per il quale è indagato e racconta balle sul Mes. 

Il Messaggero:

“La Fuga dai divieti di Natale”

Fino al 20 dicembre la corsa verso le seconde case. Autocertificazione per visitare gli anziani. Ristoranti sempre aperti a pranzo. Conte: “Cenone solo con i conviventi”. Ieri il record di morti: 993.

Il Mattino:

“L’Italia del Natale a distanza” 

Nel giorno dei record di morti il Dpcm che blinda le Feste: dal 20 rischio fuga verso le seconde case. Vietati gli spostamenti tra le Regioni dal 21 al 6 gennaio. L’autocertificazione per visitare gli anziani. 

Il Manifesto:

“Indovina chi non viene a cena” 

Conte firma la linea dura per le feste. Stop agli spostamenti tra regioni e da un comune all’altro a Natale e Capodanno. Raccomandate cene ristrette in famiglia. Ristoranti chiusi alle 18. Scuola a distanza fino al 7 gennaio. Scontro con le Regioni. Il Pd si spacca, renziani all’attacco. 

Il Dubbio:

Dichiarato ammissibile l’emendamento alla legge di bilancio presentato da Costa: “Principio sacrosanto”

“Spese legali scontate agli assolti, la proposta al voto della Camera”

Sì alla norma anche da Bonafede: se lo Stato sbaglia ad accusarti, si faccia carico della difesa.

rassegna stampa
Pixabay

Vi auguriamo una buona giornata!