Formaggio | Come prepararlo a casa con acqua e aceto

0
68

Scopriamo come preparare del formaggio in casa partendo da pochi semplici ingredienti.

Formaggio fatto in casa
Formaggio fatto in casa – Fonte: Adobe Stock

Il formaggio è una delle passioni di noi italiani ed al contempo un alimento ottimo e ricco di gusto, perfetto per completare un pasto dandogli più corpo e una nota di allegria in più.
Che si tratti di parmigiano, di un formaggio da mangiare come secondo o di quello da spalmare sul pane, chi ama questo alimento fa davvero una certa fatica a rinunciarvi.

Per questo motivo, in questo periodo un po’ più complesso del solito per acquisti dell’ultimo minuto, può tornare utile fare da se del formaggio. Un “esperimento” sicuramente divertente che può trasformarsi anche in un momento giocoso da condividere con i propri bambini per tenerli occupati.
La cosa bella è che servono due soli ingredienti per ottenerlo, evitando così di dover uscire da casa per acquistarlo.

Come realizzare il formaggio in casa

Realizzare il formaggio in casa è molto più semplice di quanto si pensi e può essere persino divertente. Oggi, impareremo a realizzare un formaggio che si trova a metà tra la robiola e la ricotta e che si può ottenere in forma più o meno dura e compatta, in base alle proprie esigenze.

Per ottenerlo bastano pochi ingredienti cosa che consente di prepararlo in caso di “emergenze” e di impossibilità ad uscire da casa solo per del formaggio, cosa che in questi giorni può capitare più spesso di quanto si pensi. Scopriamo quindi quali sono gli ingredienti che ci servono e mettiamoci all’opera!

Ingredienti

  • Un litro di latte (meglio se intero)
  • 80 grammi di aceto di mele oppure 80 grammi di succo di limone
  • Sale

In un pentolino si mette a bollire il litro di latte leggermente salato. Quando si arriva al bollore si versa il latte in un recipiente precedentemente riempito con 80 grammi di aceto di mele o di succo di limone.
Coprire il recipiente con un canovaccio pulito e asciutto e lasciarlo così per circa un’ora. L’aceto (o il limone) porterà il latte a cagliarsi.

Trascorsa l’ora, prendere un altro canovaccio bianco e stenderlo dentro il colapasta, posizionandolo all’interno del lavandino (ovviamente ben pulito).
Versare il latte cagliato dentro lo scolapasta, chiudere il canovaccio e strizzare il tutto.
Lasciarlo così per altri 30 minuti utili a far scolare il liquido in eccesso.

Trascorsa la mezz’ora si può riaprire il canovaccio che presenterà il latte ormai solidificato al quale si può dare la forma che si preferisce inserendolo in un contenitore.
Mettere il tutto in frigo e lasciarlo raffreddare per circa 30 minuti.
Il nostro formaggio è finalmente pronto da gustare!

Nota: Se si desiderano quantitativi maggiori basta raddoppiare o triplicare le quantità indicate tra gli ingredienti.

I consigli dello chef

  • Se si vuole ottenere il latticello, quando si scola il latte nel lavandino si può mettere sopra un recipiente in modo da raccoglierlo. Questo può essere utile per impastare il pane o per essere usato al posto del latte nelle torte per renderle più soffici.
  • Se invece di un formaggio solido si desidera ottenerne uno spalmabile basta aggiungere al formaggio ormai pronto del latte ed emulsionare con un frullino. Aggiungere il latte (circa 25 grammi alla volta) poco a poco e fino ad ottenere la consistenza desiderata.
  • Se si desidera un formaggio speziato basta aggiungere la spezia che si preferisce al latte un’ora prima di cuocerlo. Dopo di che si prosegue come descritto sopra e si potrà godere di un formaggio alla curcuma, alla paprika o alla spezia più gradita.

A questo punto non resta che scegliere il tipo di formaggio da realizzare ed iniziare. Buon appetito a tutti/e.

Fonte: www.thebreakfastmaker.it