Home Ricette Congelare la lasagna: segui i consigli per non commettere errori

Congelare la lasagna: segui i consigli per non commettere errori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:00
CONDIVIDI

Congelare la lasagna è una pratica comune, ma non tutti sanno quali sono gli step da seguire per garantire un prodotto di qualità, scopriamoli.

Lasagna iStock Photos

 

Congelare la lasagna fatte in casa è un modo pratico e comodo da utilizzare all’occorrenza per una cena gustosa. Congelare gli alimenti è una pratica molto comune, ma allo stesso tempo bisogna stare attenti alla preparazione. Se si vuole garantire la qualità del prodotto finale, bisogna stare attenti a ogni passaggio dalla scelta delle materie prime al processo di preparazione.

Scopriamo come congelare le lasagne e inoltre se necessitano prima della cottura oppure no.

Come congelare le lasagne

Fonte: iStock Photo

La preparazione delle lasagne deve essere fatta utilizzando solo ingredienti freschi che possono essere surgelati sia prima sia dopo la cottura in forno. Sicuramente va sottolineato che una volta scongelata la lasagna non si può ricongelare poiché aumentano i rischi di contaminazione batterica.

Le lasagne che si possono congelare:

  • con salsiccia, carne macinata di manzo precedentemente scongelati, si deve usare solo carne fresca;
  • quelle i cui ingredienti sono stati congelati e scongelati più di una volta: in quanto  perdono qualità, consistenza e il sapore.

Una volta preparata la lasagna, indipendentemente dagli ingredienti freschi che utilizzate, che essa sia con il pomodoro, con la besciamella, con i funghi, verdure, scegliete il contenitore che sia adatto al freezer.

Sul contenitore ci deve essere il disegno del fiocco di neve per essere certo che la teglia o la pirofila sia adatta al congelamento. Sono sconsigliati i contenitori in alluminio per una conservazione a lungo termine, perchè la lasagna potrebbe acquisire un retrogusto di metallo.  Nel caso in cui non avete a disposizione una pirofila che abbia doppia funzionalità la cottura in forno e la conservazione in freezer, potete utilizzare due contenitori distinti per le due fasi.

Le lasagne che vengono cotte prima del congelamento in modo che hanno un sapore una volta scongelate e riscaldate, quindi è preferibile cuocerle prima. Dopo la cottura la lasagna deve essere fredda e poi si può riporre nel freezer, basta lasciarla da parte per almeno un’ora affinché si raffreddi.

Come coprirle dopo la cottura

Come congelare la lasagna (Istock)
Dopo la cottura e il raffreddamento, la pirofila che contiene la lasagna deve essere coperta in superficie, non usare l’alluminio. Quest’ultimo potrebbe interferire con il sapore della preparazione, potete usare una pellicola trasparente che possa essere riposta in freezer. Avvolgete bene l’intera pirofila, non solo la parte superiore, non ci devono essere fessure attraverso cui l’aria possa passare. E’ consigliabile congelare in porzioni singole, in modo che scongelerete quello che vi occorre, scrivete sul contenitore cosa c’è, ricordate che le lasagne si conservano fino a tre mesi, sia quelle preparare con le verdure che quelle con la carne.

Scongelare e riscaldare 

Le lasagne si possono scongelare durante la notte, non riscaldatele mai quando sono parzialmente congelate, perchè la cottura non sarà uniforme e inoltre il sapore e la consistenza cambia.  Preriscaldate il forno a 180 °C, a prescindere dal tipo di lasagna, togliete la pellicola trasparente e coprite la pirofila con un foglio di alluminio, evitate che la lasagna si secchi durante la cottura. Il tempo di cottura della lasagna è di circa 30-40 minuti, per essere sicuri della cottura, fate la prova con lo stuzzicadenti, se esce asciutto significa che è pronta. Togliete il foglio di alluminio durante gli ultimi 10 minuti di cottura, se la gradite croccante in superficie.
Se dovete riscaldare la monoporzione, mettetela nel microonde, nel contenitore adatto e riscaldate per 2-3 minuti fino a quando non si formeranno delle bolle in superficie, mi raccomando non utilizzate la carta di alluminio nel microonde.
La lasagna è pronta per essere servita, magari potete aggiungere un pò di parmigiano grattugiato.

Consigli

  • Etichettare sempre i contenitori indicando la data di preparazione.
  • Suddividi le lasagne in porzioni dopo averle raffreddate, in modo da scongelare quello che vi occorre.
  • Se dovete scaldare le mono-porzioni, avvolgete la lasagna nella pellicola trasparente e mettetela nel microonde alla massima potenza per 3 minuti. Bucate la pellicola trasparente con un coltello in modo da far fuoriuscire il vapore.

Tutto quello che occorre

  • Teglia da forno: adatta anche per conservarla nel congelatore.
  • Pellicola per alimenti
  • Carta di alluminio
  • Coltello
  • Etichette: per datare e identificare gli alimenti.
  • Carta da forno
  • Sacchetti per alimenti

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

 

Leggi anche: