La dieta delle donne: cosa mangiare per stare bene

Secondo studi recenti proteine, Omega 3 e olio EVO sono i veri alleati delle donne per quanto riguarda il benessere psicofisico

A dispetto di quanto si possa credere l’alimentazione maschile e femminile è diversa. Se gli uomini amano mangiare la carne, le donne preferiscono le verdure e i cibi sani in modo da restare sempre in forma.

Cosa ci insegna la medicina di genere – Essenzialmente che le donne sono diverse dagli uomini. Ciò significa che se malattie come l’infarto si presentano in modo differente e possono essere curate con farmaci dedicati, pure la nutrizione può essere differenziata. E proprio questo ultimo punto è stato piuttosto dibattuto di recente dai ricercatori e in occasione del Festival della Scienza di Bologna è emerso che il gentil sesso viene facilmente condizionato dalla pubblicità, mentre gli uomini sono attaccati alla ripetizione e sono totalmente disinteressati all’elemento salute.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui 

Come funziona la dieta delle donne

iStock

 

Il peso degli ormoni – Un aspetto che influenza le scelte alimentari delle donne è senz’altro il fattore ormonale e biologico. Ad esempio quando si entra in menopausa si tende a privilegiare i dolciumi in quanto contribuiscono a migliorare l’umore, influenzato in maniera negativa dal calo degli estrogeni. Ciò porta ad un aumento del peso e all’accumulo di adipe sulla pancia con conseguente aumento del pericolo di malattie cardiovascolari.

Non sottovalutare le proteine – Con l’età le donne perdono più massa muscolare degli uomini diventando potenziali “false magre”, ossia dotate di un peso corporeo regolare ma sproporzionato, ovvero composto perlopiù da grasso. Per scongiurare questo problema diventa quindi fondamentale fare il pieno di sostanze proteiche.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Problemi di glicemia alta: come abbassarla con 5 spezie

L’importanza degli Omega 3 – Questi prevengono l’insorgere di problemi cardiovascolari. Normalmente, in età fertile gli acidi grassi vengono sintetizzati fisiologicamente. Storia diversa quando si è in menopausa. Di conseguenze è bene mangiare con costanza il pesce, in particolare quello azzurro come sgombri, alici e sardine.

I nutraceutici – Sono contenuti nei vegetali. Un esempio sono i flavonoidi e sono rilevanti per mantenere il benessere e combattere problematiche come la osteoporosi. Anche in questo caso, l’età che avanza non aiuta, per cui occorre assumerli dall’esterno privilegiando verdure a frutta di 5 colori differenti.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Da leggere