Home Salute e Benessere Fitness Come scegliere lo sport più adatto a te: consigli e suggerimenti

Come scegliere lo sport più adatto a te: consigli e suggerimenti

CONDIVIDI
sport adatto
Come scegliere lo sport adatto a te (Istock Photos)

Come scegliere lo sport più adatto alle tue esigenze? In base alla tua personalità esiste lo sport giusto per te. Consigli e suggerimenti sportivi

Come scegliere lo sport più adatto a te? Sarà capitato a tutti di iniziare una nuova pratica sportiva e lasciarla subito dopo, oppure, provare un’attività sportiva differente e scoprirsi, dopo molto, a non poterne fare più a meno. Qual è la differenza? Probabilmente essa risiede nel fatto che non tutti gli sport sono adatti a tutti. Lo sport fa bene, ma non tutte le discipline sportive vanno bene per tutti. Oltre al risultato che si vuole ottenere, bisogna considerare lo stato del proprio allenamento, le condizioni fisiche in cui ci si trova e le età. Senza dimenticare che l’attività fisica è un piacere, e non un dovere. Se si ha una passione specifica, la scelta è facile e scontata; quindi, chi va matto per il tennis o è fan della bicicletta non avrà dubbi: continuare a praticare o riprendere l’attività fisica che ha sempre svolto. Ma per quanto riguarda tutti gli altri, qualunque sia lo sport scelto, è fondamentale, per trarre i massimi benefici, tenere presente alcune semplici avvertenze. I fattori da considerare sono tre: età, condizioni fisiche e il tipo di sforzo richiesto dallo sport. Per esempio, gli sport che richiedono uno sforzo breve ma intenso sono indicati per chi deve potenziare la muscolatura. Ecco come scegliere lo sport adatto a se stessi.

Come scegliere lo sport adatto a te

sport adatto
Come scegliere lo sport più adatto a te ( Istock Photos)

Anzitutto come prima cosa quando dovete scegliere lo sport giusto per voi, metteteci la passione. Lo sport è qualcosa che va preso sul serio, con impegno e costanza, quindi il primo vero passo è quello di essere decisi e sicuri di volerlo fare. Iniziare con il fare una lista di motivazioni per cui è importante o necessario per te fare attività fisica; per la salute, per dimagrire, per correggere qualche difetto osseo, per tonificare la muscolatura, per divertimento. Le motivazioni possono essere veramente tante.

Potrebbe interessarti anche: Come restare in forma durante la gravidanza: esercizi e sport

  • Esigenze e capacità: Prima di scegliere devi purtroppo tener conto che hai dei limiti probabilmente, degli impegni, delle determinate esigenze; in base a questi canoni c’è un primo orientamento verso una disciplina sportiva. Cerca di capire quali sono i tuoi orari e giorni da dedicare allo sport, poi cerca le palestre nella tua zona o le associazioni sportive e informati su che corsi tengono e in quali giorni. Già così, se hai poca disponibilità, inizierai a fare una cernita. Altra cosa importante sono le tue capacità, i tuoi limiti fisici. Se sei di statura bassa e piuttosto magro non puoi pretendere di fare sollevamento pesi, sia perché metteresti troppo sotto sforzo il tuo corpo, sia perché un allenamento simile a lungo andare potrebbe accorciare ulteriormente la tua altezza.
  • Valuta il livello della tua forma fisica prima di pianificare il tuo allenamento. Se sei ferma da cinque anni, non importi di correre il primo giorno per un’ora, ma piuttosto comincia con una camminata a passo veloce della durata di dieci minuti». Anche il parere del tuo medico potrebbe essere molto utile per ricevere qualche consiglio, soprattutto qualora tu abbia più di quarant’anni, sia in sovrappeso o soffra di qualche
  • fai ciò che ti piace: Scegli prima di tutto se vuoi fare uno sport di squadra (pallavolo, basket, calcio) o uno sport singolo (nuoto, corsa), o se vuoi seguire un corso (danza, aerobica, fit box, arti marziali). In questo passo tieni presente solo e soltanto le tue preferenze; inoltre ricorda che non esistono sport maschili o femminili, se sei donna puoi fare tranquillamente sia calcio, sia arti marziali, e sei uomo puoi scegliere la danza senza problemi.
  • Inizia e non pensarci su: Una volta selezionato in base ai canoni seguiti sopra lo sport o il corso adatto a te stesso, puoi cominciare. Ricorda che hai preso un impegno ora, devi portarlo avanti con costanza, ma senza dimenticare mai che lo fai perché ti piace. E se iniziando noti che non è adatto a te, se dovesse essere uno sport che non fa al caso tuo, diverso da come avevi immaginato, beh, puoi sempre cambiare e provare un’altra cosa. C’è solo una costante quindi che deve rimanere sempre presente nel tuo processo decisionale: non avere paura di sperimentare!

Se vuoi rimanere aggiornato giorno per giorno sulle notizie relative al fitness e al mondo di salute e benessere, CLICCA QUI!

  • tra gli elementi oggettivi a cui prestare attenzione nella scelta del tuo sport, c’è da considerare se preferisci allenarti da sola o in gruppo.Se tendi a perdere subito la motivazione o sei poco costante, tieni presente che, quando ci si allena con qualcuno, si hanno maggiori probabilità di impegnarsi in un’attività fisica continuativa rispetto a quando ci si allena da soli: solitamente infatti gli sport e le attività fisiche di squadra sono programmate in una serie di appuntamenti fissi che permettono di mantenere una certa costanza. D’altro canto, le attività fisiche svolte singolarmente permettono una gestione più autonoma del tempo ed un’organizzazione personalizzata dell’allenamento basata su necessità e capacità individuali, anche se di contro richiedono una certa diligenza. Se invece tendi ad annoiarti facilmente considera l’ipotesi di combinare insieme le due opzioni, per esempio scegliendo di allenarti da sola per uno o due giorni alla settimana, ed allenarti con un amico o partecipare ad uno sport di squadra per altri due o tre giorni: la varietà potrebbe rivelarsi un ottimo alleato contro la noia.

Potrebbe interessarti anche: Tisane: quale scegliere? Effetti benefici e controindicazioni

  • Definisci i tuoi obiettivi: ogni sport ti permette di raggiungere risultati specifici: per esempio, attività come camminare, correre ed andare in bicicletta sono particolarmente utili per perdere peso, fare nuoto può invece contribuire a tonificare i muscoli e a migliorare la postura, mentre la danza permette di aumentare la capacità di equilibrio e la fiducia in sé stessi. Insomma, per orientarti verso l’attività fisica più giusta per te, è necessario che prima definisca i tuoi obiettivi!
  • Fissa il badget: attività fisiche come lo sci o la vela richiedono un certo investimento a livello economico, quindi verifica se la cifra che puoi spendere sia compatibile con la pratica dello sport su cui stai orientando la tua scelta. Ci sono anche dei club o delle palestre che durante l’anno fanno promozioni per i nuovi iscritti, di solito queste promozioni avvengono a ridosso dell’estate o nei periodi festivi (per il calo degli abbonati), quindi ti consiglio di verificare prima le promozioni in corso o future, in modo da poter risparmiare qualche soldino.

Quale sport è più adatto a te stesso?

scelta dello sport giusto
Quale sport è adatto a te stesso? (Istock Photos)

Come fare perché l’attività fisica diventi una buona abitudine per la vita e la pigrizia solo un ricordo? Bisogna scegliere quella più adatta a noi, in modo che diventi un piacere più che un dovere.  Ecco allora i nostri consigli per concretizzarle scegliendo lo sport giusto.

Il Tai chi per la mente: i movimenti lenti e meditati del tai chi sono un toccasana per il sistema nervoso. La circolarità dei movimenti e il controllo del respiro consentono di ritrovare l’equilibrio tra corpo e mente anche praticandolo solo 15 minuti al giorno.

Il biowalking: una passeggiata all’aria aperta sensoriale e percettiva che utilizza i principi del nordic walking per rieducare al cammino e prendere consapevolezza di movimento e spazio. Il contatto con la natura poi, favorisce la socialità e aumenta i livelli di energia.

Il Fitwalking per dimagrire:  una tecnica adatta a tutti che trasforma il semplice camminare in una vera e propria attività sportiva molto efficace nell’accelerare la perdita di grasso corporeo.

Il dynamic yoga:  Al contrario dello yoga classico, che punta su posizioni statiche, quello dinamico fa lavorare il corpo con movimenti fluidi e continui. Durante la lezione le asana, cioè le posizioni dello yoga, si susseguono scandite dal ritmo della respirazione: si fatica e al tempo stesso si arresta il moto vorticoso dei pensieri. Il risultato? Dalla sessione si esce completamente rigenerati. Quindi adatto come antistress.

La corsa: Ideale per dimagrire e per aumentare il fiato, però, bisogna seguire alcune regole. Innanzitutto, la capacità aerobica non aumenta senza la costanza: l’ideale sarebbe allungare gradualmente una delle sessioni di running della settimana. Importante poi seguire un’alimentazione adeguata, bere molto e cercare di migliorare la tecnica con le indicazioni di un trainer. Fondamentale è prepararsi mentalmente, tenendo presente che la sfida con se stessi si vince un poco alla volta. La corsa aumenta la resistenza di tutto il corpo e non è tutto, correre per un quarto d’ora tre volte la settimana ridurrebbe il rischio di osteoporosi del 40 per cento.

Crossfit per dimagrire: impegnativo miscuglio di ginnastica, corsa, boxe e sollevamento pesi che consente di consumare circa 400 calorie ogni 30 minuti. Il crossfit è uno tra gli sport dove si consumano più calorie, dopo il salto con la corda e la corsa.

L’antigravity fitness: che, grazie alla riattivazione dei sistemi linfatico e circolatorio, promette di stimolare il collagene della pelle e ottenere quindi un effetto antietà.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI