Carnevale: il “bacio” di Klimt è tra due uomini per combattere l’omofobia

In occasione del Carnevale di Putignano, il carlista Deni Bianco ha avuto l’idea di deviare il dipinto “Il bacio” di Gustav Klimt per creare un’imponente scultura che denuncia l’omofobia.

Carnevale, il “bacio” di Klimt per combattere l’omofobia

“Il bacio” è senza dubbio uno dei dipinti più famosi del pittore austriaco Gustav Klmit, realizzato tra gli anni 1908 e 1909. Questo dipinto ad olio ricoperto di foglia d’oro è ora conservato nel Palazzo di Belvedere a Vienna e rappresenta un uomo che bacia una donna sulla guancia. L’autore, Gustav Klimt, e la sua compagna Emolie Flöge sono probabilmente i modelli rappresentati sul dipinto.

Deni Bianco uno degli scultori / decoratori più famosi d’ Italia ha avuto l’idea di deviare la pittura mitica di Klimt. Come parte del Carnevale di Putignano, Deni Bianco ha avuto l’idea di creare una scultura impressionante che riprendesse il famoso dipinto “Il bacio” di Klimt, ma che scegliesse di mettere in risalto due uomini che si baciano anzichè un uomo ed una donna.

Un’opera spettacolare per quello che è indubbiamente uno dei più antichi carnevali d’Europa e il cui obiettivo,  è di denunciare l’omofobia e dimostrare che l’amore è universale. Il carro dà davvero vita a questa scultura dove possiamo vedere i due uomini avvicinarsi lentamente prima di baciarsi.

Deni Bianco commenta così il suo lavoro:

“Abbiamo scelto di dare voce ai diritti di una minoranza. Klimt ha pensato all’emancipazione della donna, abbiamo deciso di trasformare la sua immagine per dargli un nuovo significato. Gli omofobi trovano sempre un microfono per gridare il loro odio, volevamo dare voce alle minoranze”.

Deni Bianco non è un principiante nei carnevali. Questo artista oggi quarantenne di Putignano è un carter da quando aveva 12 anni. Ha segnato lo spirito del Carnevale di Putignano nel corso degli anni e ora si è superato con l’idea di deviare uno dei dipinti più famosi della storia per sostenere una buona causa. Troverete tutte le foto dei suoi lavori sul profilo Instagram.

<b>Crédits :</b> Deni Bianco

Credits : Deni Bianco

Credits : Deni Bianco

Credits : Deni Bianco

                                                                                     Credits : Deni Bianco