Home Moda & Abbigliamento Fashion Week a Parigi: l’alta moda contemporanea

Fashion Week a Parigi: l’alta moda contemporanea

CONDIVIDI
fashion week
Sfilata Dior (Getty Images)

La Fashion Week di Parigi si è appena conclusa e, in questa edizione le sfilate di Haute Couture, pur mantenendo la loro sartorialità e ricchezza strizzano un’occhio  alla comteporaneità.

La Fashion Week, l’appuntamento più atteso a Parigi durante l’inverno si è appena conclusa e fra abiti super lusso, irraggiungibili per molti, e novità sulle passere sfila l’Haute Couture… ma con uno sguardo al presente. Infatti il tema delle sfilate è proprio la contemporaneità.

Fashion Week Parigi: l’alta moda in passerella

Durante la Fashion Week di Parigi si sono alternati tanti, tantissimi stilisti del panorama moda internazionale. Primi fra tutti Victor & Rolf che hanno portato in passerella  numerosi slogan come quello “ i  want a better world”  ricamanti su abiti realizzati con ben 8 km di pizzo. Ovviamente i loro imponenti abiti sono finiti subito sui social diventando virali. Fra gli altri c’è Iris Van Harpen che propone una linea dal mood romantico ma con scomposizioni cromatiche. L’ispirazione?  Harmonia Macrocosmica, un antico trattato scientifico. Immancabili i padroni di casa Chanel e Dior.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

The #CHANELHauteCouture bride — model Vittoria Ceretti closed the Spring-Summer 2019 show in a glistening bathing suit with an embroidered swimming hat and veil. #VillaCHANEL #CHANEL @vittoceretti

Un post condiviso da CHANEL (@chanelofficial) in data:


Per il brand-icona dalla doppia C la sfilata si è direttamente ispirata ai giardini all’italiana; mentre Dior prende spunto  per le scenografie dallo strabiliante mondo del circo. Givenchy propone una nuova visione del lattice: glamour e tutt’altro che fetish, da indossare quotidianamente. Fra i grandi italiani, Armani Privé e le opere “scultoree” di Giambattista Valli: pizzo e tulle rosso a go-go. Per  finire non poteva mancare il COLORE  di Schiaparelli, con il suo rosa unico e inimitabile nato dalla mente geniale della fondatrice Elsa.

fashion week
Armani Privé (Getty Images)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Look 45 – “Au nom de la rose” Coat dress in rosa rosae rosam tulle. #SchiaparelliHauteCouture #SS19 by @bertrandguyon

Un post condiviso da Schiaparelli official (@schiaparelli) in data:


A far parlare è stata Maison Margiela e i look creati da John Galliano: si affaccia al futuro androgino  e non a caso fa sfilare modelli efebici. vestiti e truccati come donne. Scelta coraggiosa ma contemporanea!