Home Salute e Benessere

Ecco il rivoluzionario tatuaggio per chi soffre di glicemia

CONDIVIDI

Perfetto per i diabetici: questo nuovo tatuaggio cambia colore in base al livello di glucosio nel sangue.

Glicemia, un bagno caldo e un tatuaggio cambiano la vita dei diabetici

Che tu sia un fan del tatuaggio o meno, se soffri di glicemia dovresti considerare di fare questo particolare tatuaggio. Lontano dai tatuaggi tradizionali con fine estetico, questo tatuaggio è utile per la salute. Perchè? Può rilevare il cambiamento del livello di zucchero nel sangue nel tuo corpo. Grazie scienza!

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

Il diabete è una malattia che si verifica quando il livello di glucosio nel sangue del corpo è troppo alto. La glicemia è la principale fonte di energia e proviene dai cibi consumati. L’insulina, un ormone prodotto dal pancreas, aiuta il glucosio nel cibo ad entrare nelle cellule del corpo come fonte di energia. A volte il corpo non produce abbastanza insulina o non usa abbastanza insulina. Il glucosio rimane quindi nel sangue e non raggiunge le cellule.

Le cifre delle persone che soffronodi questa patologia sono in costante aumento. Un modo rivoluzionario nel tenere a bada la glicemia sta in un piccolo tatuaggio.

Un tatuaggio per i diabetici

Gli scienziati hanno sviluppato un tatuaggio chiamato “biosensing” che potrebbe aiutare a cambiare la vita delle persone con diabete di tipo 1 o di tipo 2. Ti stai chiedendo come sia possibile? semplice, cambia colore quando la glicemia della persona fluttua.

Questo innovativo tatuaggio è il risultato del duro lavoro di un team di ricercatori della Harvard e del Massachusetts Institute of Technology (MIT), che ha nominato il progetto Dermal Abyss. I ricercatori hanno sostituito l’inchiostro tradizionale del tatuaggio con i “biosensori” a cambiamento di colore che rispondono ai cambiamenti nel fluido interstiziale che circonda le cellule nel tessuto umano.

Il team di ricerca ha affermato che il progetto combina i progressi della biotecnologia con i metodi tradizionali dell’arte del tatuaggio. Attualmente, i diabetici devono monitorare i loro livelli di zucchero nel sangue pungendo la pelle da 3 a 10 volte al giorno. Con Abisso dermico, la procedura dolorosa sarà sostituita da un tatuaggio. Pertanto, l’utente può monitorare i cambiamenti di colore e la necessità di insulina.

La ricerca si è concentrata su quattro diversi biosensori che rispondono a tre diverse informazioni biochimiche evidenti nel liquido interstiziale. Il pH, o acidità, del liquido varia tra viola e rosa, il sensore del glucosio (zucchero) tra blu e marrone, sodio e un altro sensore di pH che emette una fluorescenza ad alta intensità sotto una luce UV.

Dove fare questo tatuaggio

Purtroppo dovrai pazientare ancora un pò. Attualmente il tatuaggio è ancora disponibile solo per la ricerca, sicuramente cambierà la tua vita, ma non subito. Dermal Abyss è attualmente solo un progetto di ricerca.

Il team ha detto che non è attualmente previsto lo sviluppo di Dermal Abyss come prodotto così come non è previsto continuare le sperimentazioni cliniche.

C’è speranza però, i tatuaggi sono stati testati sulla pelle del maiale, che è estremamente simile al derma umano, e il tatuaggio ha funzionato davvero.

Questa non è la prima volta che i ricercatori sperimentano il tatuaggio per monitorare la nostra salute. Un ricercatore di nome John Rogers e la sua azienda MC10, ha già creato un circuito elettronico che si attacca direttamente alla pelle come un tatuaggio temporaneo che si estende con la pelle e aiuta a monitorare la temperatura e l’idratazione. Il MIT Media Lab ha anche creato tatuaggi che possono cambiare colore a seconda delle emozioni dell’utente.

Un bagno caldo dona sollievo ai diabetici

Le buone notizie non finiscono qui per i diabetici, perché secondo uno studio del National Center of Sports Medicine and Exercise presso l’Università di Loughborough nel Regno Unito, i ricercatori hanno scoperto che fare un bagno caldo può aiutare a regolare la glicemia e l’infiammazione, oltre a bruciare la stessa quantità di calorie di mezz’ora di cammino.

Secondo Steve Faulkner, autore principale dello studio, i risultati hanno mostrato cambiamenti nella risposta infiammatoria simili a quelli ottenuti eseguendo esercizi fisici. La risposta antinfiammatoria all’esercizio fisico è importante perché aiuta a proteggere da infezioni e malattie, ma l’infiammazione cronica è associata ad una ridotta capacità di combattere le malattie. Ciò suggerisce quindi, secondo questo studio, che il riscaldamento passivo ripetuto può aiutare a ridurre l’infiammazione cronica, che è spesso presente nelle malattie a lungo termine, come il diabete di tipo 2.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Abbassa la glicemia con l’ aiuto della cannella

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI