Home Maternità

Crescere bambini oggi per renderli adulti felici domani: cosa non fare

CONDIVIDI

Quali errori evitare nel crescere i propri bambini così che da adulti siano persone felici.

Che cosa vuole un genitore? La felicità dei propri bambini. Ovvio, non vi pare? Eppure sembra incredibile ma proprio inseguire questa chimera spinge spesso mamma e papà verso errori potenzialmente fatali.

Ci si impegna per garantire la gioia e un domani sereno ai propri figli e, invece, si finisce per crescere individui che, domani, saranno adulti assai poco gioiosi e decisamente poco sereni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Le vignette più divertenti sui problemi dell’essere genitori

Come è possibile tutto ciò? Il troppo amore trae in inganno e ci predispone a esiti spesso insospettabili.

Imparare allora a evitare simili grossolani errori è il primo passo per crescere bambini che diventeranno presto adulti carichi di gioia. Scopriamo quali sono le principali mosse false da evitare quando si è genitori forse un po’ troppo pieni d’amore.

Se sei in cerca di tanti altri suggerimenti sull’essere genitori e sul crescere al meglio i propri figli clicca qui!

Errori da evitare per crescere bambini felici

genitori e figli
Foto da iStock

Scopriamo insieme quali sono gli errori che un genitore commette più di frequente e che, seppur dettati dall’amore incondizionato, rischiano invece di trasformare il suo bambino in un adulto molto infelice.

1- Rimuovere ostacoli – Tutti vorremo che i nostri bambini non debbano mai soffrire, rimanere delusi o sconfitti. Peccato però che incontrare qualche difficoltà lungo il percorso è ciò che poi prepara ad affrontare i problemi da adulti, quando non ci sarà nessuno a spianarci il cammino. Garantendo ai nostri piccoli una strada priva di impedimenti non facciamo altro che ostacolare il loro sviluppo, la crescita di quella capacità i adattamento che li renderà poi forti e sempre pronti da adulti.

2 – Nuclei familiari bambino-centrici – la vita della famiglia ruota attorno a tempi, gusti e bisogni dei bambini? Sbagliato! Questa dinamica più che comune fa sì che il bambino sviluppi la consapevolezza di esser una sorta di divinità, il centro di ogni attenzione: quante possibilità ci sono che nel suo futuro possa continuare a ricoprire tale ruolo? Cocenti delusioni lo attendono dietro l’angolo.

3 – Difetti non pervenuti – A nessun genitore piace ammettere le piccole mancanze dei propri figli. Ma è peggio affrontare un bambino capriccioso o un adulto irascibile? Correggere le piccole mancanze dei figli è missione abbordabile mentre raddrizzare l’albero adulto sarà assai più problematico. Sarà bene allora trovare il coraggio di vedere e ammettere ciò in cui il nostro cucciolo pecca un po’.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –>  E’ colpa dei genitori se scappiamo dall’amore

4 – La nostra seconda chance – Accade fin troppo spesso: siamo così concentrati sui nostri bambini danno capire dove finiamo noi e iniziano loro. Si fa presto allora a confondere i nostri desideri con i loro, i loro successi con i nostri. Chiediamoci allora se ciò che facciamo lo facciamo per la loro felicità o per la nostra.

5 – Genitori e non amici – Spesso ci piace l’idea che nostro figlio ci veda come un suo compagno di vita e non come la guida un po’ bacchettona. Ruolo del genitore è per, ahimè, anche farsi odiare un po’, esser la figura scomoda e non quella che non si sporca mai le mani. Il momento in cui nostro figlio ci odierà arriverà e sarà bene saperlo accettare.

6 – Troppo futuro poco presente – Siamo spesso troppo concentrati sul chiederci come garantire il miglior domani possibile ai nostri figli e, così facendo, ci dimentichiamo di goderci il bello dei loro 3, 5 o 10 anni. Se riuscissimo invece a goderci noi per primi la loro infanzia potremmo proteggere anche gli stessi bambini da eventuali eccessive pressioni per il domani, così che possano esplorare i propri interessi senza timore di fallire.

7 – I fatti contano più delle parole – Vuoi che tuo figlio sia generoso, allora sii generosa. Vuoi che tuo figlio sia pacato, allora none essere irascibile. Vuoi che tuo figlio sia educato, allora non farti sentire cedere a parole di dubbio gusto. Spesso impartiamo lezioni a mo’ di pillole di saggezza ma un bambino impara più da ciò che vede che da ciò che sente.

8 – I figli sono come sono – Spesso ci lasciamo deviare da ciò che vorremmo per loro, da ciò che riteniamo giusto, da quello che vorremmo vederli diventare. Dimentichiamo così quello che loro vogliono, che loro ritengono giusto, che loro ambiscono a divenire. Dimentichiamo che i figli sono egli individui e, inquietante tanto tali, hanno una personalità propria e da rispettare.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI