Home Curiosita

È provato dalla scienza: assorbiamo le energie negative degli altri

CONDIVIDI

La scienza spiega perchè assorbiamo le energie negative degli altri.

Ti sei mai sentito sopraffatto dalle energie negative? Che sia l’amico che ha riversato tutto il suo malessere su di te, il collega che non ha smesso di lamentarsi, o il cugino “depressivo” che macina il nero, è bastato una conversazione, qualche minuto in compagnia di questa personaper farti avere la sensazione che tutta la tua vitalità e buon umore siano andati in fumo. Questa impressione che la tua energia sia stata assorbita è comunque molto reale e la scienza finalmente spiega perché!

Albert Einstein disse: “Tutto ciò che esiste nell’universo è energia. L’universo è intero è energia. La questione è che l’energia non è solo correlata, ma si trasforma l’una nell’altra e viceversa”. Quindi, “tutto è energia” è una delle principali dimostrazioni della scienza. L’essere umano è quindi intrinsecamente influenzato non solo dall’energia che rilascia, ma anche da coloro che lo circondano.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Cosmo & Energie CLICCA QUI

Tutto è energia e assorbiamo quella di chi ci circonda

Un gruppo di ricerca biologica dell‘Università di Bielefeld in Germania ha fatto una scoperta per la meno interessante che potrebbe rivoluzionare tutti i parametri della bioenergetica. All’incrocio tra biologia, biochimica e biofisica, la bioenergetica è una scienza che studia i meccanismi attraverso i quali gli esseri viventi accumulano, trasmettono e propagano l’energia.

Questo studio ha confermato per la prima volta che le piante potrebbero assorbire energia da altre piante. La ricerca su una specie di alghe verdi chiamata Chlamydomonas reinhardtii ha dimostrato che oltre alla fotosintesi, queste piante possono attingere energia da altre alghe.

Secondo Olivia Bader-Lee, dottore e terapeuta, allo stesso modo delle alghe, l’essere umano è una spugna che assorbe l’energia che la circonda. Spiega: “Ecco perché ci sono persone che si sentono a disagio quando sono in contatto con un gruppo con una miscela di energia ed emozioni. Il corpo umano è molto simile a una pianta, succhia l’energia necessaria per alimentare il suo stato emotivo. “

Questo spiega perché cambi umore, ti senti nervoso, stressato, arrabbiato, triste, ansioso o, al contrario, felice, ottimista e divertito solo ascoltando o condividendo qualcosa con gli altri.

Bader-Lee afferma che l’essere umano è intrinsecamente empatico e che questa capacità di sentire le emozioni e le vibrazioni che emanano dalla natura è andata perduta nel corso dei secoli.

Come controllare il tuo spazio e proteggere il tuo campo energetico?

Rimani centrato e tieni i piedi per terra

Distaccati dal tuo ego e concentrati sul tuo “Io” spirituale, ti sentirai immediatamente connesso al tuo spazio. Siate consapevoli della vostra presenza e connettetevi all’ambiente circostante in modo da poter liberare la vostra energia e sentire facilmente le emozioni che emanano gli altri.

Resta in uno stato di non resistenza

Ciò a cui resistiamo finisce sempre per accaderci. Se ti senti imbarazzato o a disagio con una persona o un gruppo, non resisti a proteggerti, questo attirerà solo le energie negative che emanano dal tuo spazio. Vai a quello che viene chiamato “uno stato di non resistenza” immaginando di essere trasparente e traslucido. Questo è un modo per non trattenere le onde che provengono dagli altri, semplicemente passeranno attraverso il tuo corpo come un vetro trasparente o acqua.

Padroneggia la tua aura personale

Abbiamo in ognuno di noi un’aura energetica che circonda il nostro corpo. Se non padroneggi questa forza, sarai vulnerabile alle energie straniere. Sii consapevole dei limiti della tua aura per controllare il tuo spazio.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Le 12 leggi del karma che cambieranno la tua vita

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI