Pechino Express 2017: arrivano Francesco Arca e Antonella Elia

0
18

pechino-express

Pechino Express 2017 è stato annunciato ufficialmente. Il reality show di Raidue tornerà in onda a settembre con tante sorprese per il pubblico che, ormai, si è affezionato al viaggio dei concorrenti famosi che accettano di vivere quella che è stata definita da tutti quelli che hanno partecipato irripetibile. Dopo le prime anticipazioni su Pechino Express 2017, ora arrivano le prime conferme ufficiali sui concorrenti.

—>POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Pechino Express 2016, confessione choc. “Ecco come ho pilotato tutto”

PECHINO EXPRESS 2017, I PRIMI CONCORRENTI

Dopo Tina Cipollari, star indiscussa di Pechino Express 2016, chi saranno i concorrenti di Pechino Express 2017? Dopo le prime indiscrezioni, a confermare i nomi delle prime coppie è Tv, Sorrisi e Canzoni. A condurre, ancora una volta, il reality show di Raidue sarà Costantino Della Gherardesca. I viaggiatori dovranno percorrere non più le strade del Sudamerica ma si tornerà in Asia. I viaggiatori, infatti, dovranno raggiungere le Filippine, Taiwan e il Giappone. A sfidarsi in un viaggio in cui non sono ammessi soldi saranno gli attori Rocco Giusti e Francesco Arca che è anche un ex tronista di Uomini e Donne; il coreografo spagnolo Rafael Amargo e Olfo (Rodolfo) Bosé, nipote di Miguel; Antonella Elia e la guru del fitness Jill Cooper; le star del web Guglielmo Scilla e Alice Venturi.

—>POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Pechino Express, Rossella Intellicato parla di Tina

Durante il gioco, poi, entreranno in gara altri concorrenti meno conosciuti come il giovane rapper Achille Lauro. Tra gli altri nomi che circolano sul web e che vengono accostati al reality spunta anche quello di Aida Yespica che, in passato, ha già partecipato all’Isola dei Famosi nello stesso anno di Antonella Elia con la quale fu poi protagonista di una litigata che è rimasta nella storia del reality show. Infine, non è da escludere la presenza di concorrenti della scorsa edizione di Pechino Express. Lory Del Santo, ad esempio, ha parlato di un “effetto sorpresa”.