Home Maternità

Post partum: per massaggiare il bambino usiamo l’olio e no?

CONDIVIDI

E’ uno dei momenti più importanti della giornata perché aumenta il legame con il proprio bambino e gli apporta una serie di benefici molto positivi stiamo parlando del massaggio del neonato.

(IStock)
(IStock)

Massaggio…. con l’olio o no?

E’ importante però eseguire questo rituale tenendo a mente alcune semplici regole. Prima fra tutte non usare oli per evitare che diventi in qualche modo nocivo.

E’ quanto è emerso da uno studio condotto dall’Università di Manchester dal quale è emerso che i bambini che vengono massaggiati con gli oli erano andati incontro ad alterazioni cutanee, mentre gli altri no. Si è inoltre notato che la barriera lipidica, ossia ciò che protegge la pelle e la rende meno vulnerabile agli agenti esterni, si era sviluppata in modo incompleto, e questo porterebbe con maggiore probabilità alla comparsa e allo sviluppo di problemi cutanei quali l’eczema.

Ecco perché è meglio effettuare il massaggio al neonato senza usare oli. Già in precedenza era stato dimostrato che la sempre maggiore cura alla pelle del bambino è associata una maggiore comparsa di eczemi. Quindi per favorire l’integrità della pelle del neonato è meglio utilizzare saponi e prodotti appositamente studiati per il neonato proprio perché meno aggressivi!