Home Attualità

Renzo Bossi, rivelazione shock durante il processo per i fondi della Lega

CONDIVIDI

Renzo Bossi stupisce tutti con una dichiarazione durante il processo che lo vede imputato per appropriazione indebita con il padre Umberto e l’ex tesoriere della Lega Nord, Francesco Belsito.

549329_323369247734963_1242930662_n

Secondo Renzo Bossi, la sua laurea presso l’università di Tirana, gli sarebbe stata attribuita a sua insaputa.

Renzo Bossi: “Escludo di aver fatto l’università”

Secondo quanto dichiarato da Renzo Bossi, durante il processo per i fondi della Lega Nord, lui non avrebbe mai frequentato l’università, respingendo le ipotesi dell’accusa, secondo cui il giovane Bossi avrebbe comperato la sua laurea presso l’Università Kristal di Tirana utilizzando 77 mila euro sottratti dalle casse della Lega.

Renzo Bossi a sua discolpa ha infatti dichiarato:

“Escludo di aver mai chiesto soldi a Belsito perchè non ne avevo motivo. Non ricevevo alcuna indennità ma semmai, come tutti gli altri eletti, davo un contributo al partito. La vicenda della laurea in Albania mi lascia perplesso. Escludo di aver fatto l’Università. Quei documenti li ho visti solo a indagini avviate e sul diploma c’è anche la mia data di nascita sbagliata”

Durante il processo sono state formulate diverse accuse nei confronti del figlio di Umberto Bossi, tra le quali, quella di aver pagato diverse multe attribuite alla sua auto utilizzando i fondi della Lega.  Anche in questo caso si è dichiarato non colpevole in quanto le multe sarebbero state prese da due autisti che lo accompagnavano e nonostante ciò, avrebbe pagato lui i 14 mila euro di  multe, contrattando anche una rateizzazione con Equitalia.

Respingendo tutte le accuse, Renzo Bossi ha concluso con la frase:

    “Sono accusato per una appropriazione che non vedo”