Home Attualità

Canone Rai in bolletta: arrivano i problemi

CONDIVIDI

Canone Rai in bolletta: si rischia lo slittamento. Ecco cosa è accaduto.

rai_viale_mazzini

Il provvedimento definitivo sull’introduzione del Canone Rai nella bolletta della luce potrebbe subire uno slittamento. Sul regolamento del Ministero dello Sviluppo Economico sono arrivate le critiche del Consiglio di Stato che ha sospeso il proprio parere in merito. Secondo il Consiglio di Stato, infatti, il provvedimento che fissa le modalità di pagamento e riscossione del Canone va rivisto.

Tra i punti critici del regolamento, il Consiglio di Stato sottolinea la mancanza di “un qualsiasi richiamo ad una definizione di cosa debba intendersi per apparecchio televisivo“, visto che sul mercato sono disponibili diversi apparecchi per la ricezione dei programmi tv. Secondo i giudici amministrativi bisognerebbe specificare che si tratta di apparecchi “in grado di ricevere il segnale digitale terrestre o satellitare direttamente o tramite decoder”.

Gli altri problemi segnalati riguardano la mancanza di un riferimento allo scambio dati tra vari enti necessario per l’addebito. Inoltre, servirebbe una disposizione che dica chiaramente che le procedure avvengono nel rispetto della normativa sulla privacy. Un altro problema, secondo il Consiglio di Stato, è dovuto al fatto che “non tutte le norme risultano formulate in maniera adeguatamente chiara“.

Il sottosegretario alle Comunicazioni, Antonello Giacomelli, artefice del provvedimento, spiega che il governo aveva già “intenzione di procedere a una più esplicita e meno tecnica definizione di apparecchio televisivo e a una capillare campagna di comunicazione”. “Anche sulla privacy – aggiunge – il testo è all’attenzione del Garante e lavoriamo insieme con spirito costruttivo”.

Il governo esclude ulteriori slittamenti della procedura per il pagamento del Canone Rai in bolletta, ma riguardo la richiesta di esenzione, per chi non possiede un apparecchio televisivo, è molto probabile che la data di scadenza verrà prorogata dal 30 aprile al 15 maggio. La richiesta dell’esenzione dal pagamento del Canone Rai può essere presentata sia via Internet che con raccomandata.

Per quanto riguarda invece il pagamento, la prima rata del Canone Rai dovrebbe essere addebitata nella bolletta della luce di luglio. Tuttavia, sono molte le voci di critica, che chiedono una sospensione del decreto in attesa di una ridefinizione del regolamento, viste anche le critiche del Consiglio di Stato. Su tutti il Codacons, che chiede di rinviare il provvedimento e l’addebito in bolletta.